Vincere l'ansia da prestazione? Essere egoisti!

(Bologna)ore 20:33:00 del 25/10/2018 - Categoria: , Sesso

Vincere l'ansia da prestazione? Essere egoisti!
Fondamentalmente, partire con l’idea che si dovrà essere in grado di procurare necessariamente piacere nell’altro, crea una situazione di forte ansia che porta a dimenticarsi completamente del proprio piacere.

Fondamentalmente, partire con l’idea che si dovrà essere in grado di procurare necessariamente piacere nell’altro, crea una situazione di forte ansia che porta a dimenticarsi completamente del proprio piacere. E’ infatti indiscusso, che fare l’amore con il proprio partner, che sia fisso o occasionale, dovrebbe avere come scopo ultimo, se togliamo l’aspetto della procreazione, quello di dare piacere prima di tutto a noi stessi.

Se ci si sofferma a riflettere, si può notare infatti, che nella maggior parte dei casi, quando ci si ritrova con un partner di cui interessa poco, ci si concentra su di sé. Per questo le cose funzionano.

Quando accade invece che si ha un interesse maggiore verso una partner, l’obiettivo non diventa più la gratificazione personale, ma al contrario la gratificazione di questa. Il rapporto quindi si trasforma come in un “prendersi cura” dell’altra, che va a generare una confusione tra il piano della sessualità e  quello dell’affettività, producendo un cortocircuito.

Non dimentichiamoci però che l’erezione deve passare necessariamente dall’eccitazione che a sua volta passa dalle fantasie:

fantasia -> eccitazione -> erezione

Quando ciò non accade, ovvero, quando si cerca di controllare il processo di eccitazione dall’esterno (spectoring), imponendoselo (“devo eccitarmi”), si bypassano le prime due tappe (fantasia->eccitazione) che passano dall’interno e di conseguenza non si produce un’erezione:

no fantasia -> no eccitazione-> erezione scarsa o assente

Il fenomeno del rispecchiamento

Se immaginassimo l’altro come uno “specchio” allora, nel caso in cui ci sforzassimo di dargli piacere, cosa accadrebbe? Inizialmente potremmo fingere di essere eccitati o ci sforzeremmo di eccitarci, al fine di concludere con il rapporto coitale. Solo che avverrebbe il contrario, vale a dire che, spesso l’altro si accorge che c’è qualcosa che non va (riflette il nostro stato d’animo) perché sente che non siamo pienamente coinvolti. Il fatto che il partner in qualche modo si fermi, ci conferma l’idea iniziale di non essere in grado di procurare piacere. Questa situazione genera un aumento dell’ansia che termina con la defiance.

Poniamo il caso invece, della persona che riesce a concentrarsi egoisticamente sul proprio piacere, facendo quello che le va di fare per sé e non per procurare piacere all’altro. In questo caso accade che l’altro ci vedrà coinvolti ed in uno stato di eccitazione spontanea e intensa e questo genererà un’eccitazione in cui ci si rispecchierà vicendevolmente fino a concludere il rapporto con esiti positivi.

Nel rapporto, quindi, più ci si concentra sul proprio piacere, in modo “egoistico”, cioè più ci si orienta verso ciò che ci piace, più risulteremo spontanei e coinvolti e di conseguenza, il nostro partner, si ecciterà e si farà trasportare a sua volta.

Un’utile strategia per vivere il rapporto sessuale in modo personale

Se vi trovate in una situazione di blocco, durante il momento di intimità, provate ad immaginare l’altro (non vi preoccupate, è solo una fantasia) con l’intento di “sfruttarlo”, come se fosse a disposizione per il vostro esclusivo piacere personale. E’ un po’ quello che accade quando si pratica l’autoerotismo, ovvero si pensa a se stessi ed al proprio piacere, utilizzando le proprie fantasie o il materiale per generare un’eccitazione sessuale. Provate quindi a fare o a chiedere ciò che potrebbe prima di tutto creare piacere a voi.

Da: QUI

 

Scritto da Carla

NEWS CATEGORIA
Il sesso? Il miglior antistaminico naturale!
Il sesso? Il miglior antistaminico naturale!
(Bologna)
-

La fastidiosa allergia primaverile potrebbe trovare soluzione tra le lenzuola!
La fastidiosa allergia primaverile potrebbe trovare soluzione tra le lenzuola!...

Il Trono di Spade? Puo' favorire il sesso!
Il Trono di Spade? Puo' favorire il sesso!
(Bologna)
-

La Sessuologa Rosamaria Spina è intervenuta nel corso del programma “Genetica Oggi” condotto da Andrea Lupoli su Radio Cusano Campus.
La Sessuologa Rosamaria Spina è intervenuta nel corso del programma “Genetica...

Come l'uomo percepisce la donna oggi
Come l'uomo percepisce la donna oggi
(Bologna)
-

Multitasking e consapevole di sé, ma anche capace di ascoltare e di dare consigli
Com’è la donna del terzo Millennio, secondo il punto di vista egli uomini? E’...

Come il sesso compulsivo e' diventato una malattia mentale
Come il sesso compulsivo e' diventato una malattia mentale
(Bologna)
-

Entra per la prima volta nella lista delle malattie mentali redatta dall'OMS, una condizione clinica che non aveva fino a oggi criteri diagnostici stabiliti e per questo motivo era oggetto di dibattito tra gli studiosi.
Entra per la prima volta nella lista delle malattie mentali redatta dall'OMS,...

Desiderio sessuale: 7 consigli per le donne
Desiderio sessuale: 7 consigli per le donne
(Bologna)
-

I consigli degli esperti di sesso per aumentare la libido nelle donne e ritrovare il gusto del rapporto appagante
Non sempre  si tratta di un reale problema fisico, spesso le donne sono...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati