Tre ore prima del bagno dopo aver mangiato? UNA BUFALA TUTTA ITALIANA!

(Campobasso)ore 18:08:00 del 12/08/2016 - Categoria: Bufale, Denunce

Tre ore prima del bagno dopo aver mangiato? UNA BUFALA TUTTA ITALIANA!
Le canoniche tre ore prima del bagno dopo aver mangiato? Una bufala tutta italiana. E’ questo quanto risulta dopo una attenta analisi dei più interessanti articoli che compaiono sulla rete sull’argomento.

Le canoniche tre ore prima del bagno dopo aver mangiato? Una bufala tutta italiana. E’ questo quanto risulta dopo una attenta analisi dei più interessanti articoli che compaiono sulla rete sull’argomento.

“Non farti il bagno dopo mangiato che ti viene la congestione”. Una delle immagini più vivide nella memoria dei miei traumi infantili è quella di me bambina, seduta sotto l’ombrellone, che me ne sto ferma ad aspettare lo scorrere delle fatidiche tre ore per poter entrare in acqua. A casa vostra non so, ma da me per la digestione del latte erano previste tre ore. Allora mi sembrava una verità assoluta, condivisa e avallata anche dall’entourage familiare che ruotava intorno al mio stesso ombrellone. Quindi, non avendo ancora sviluppato un certo senso critico, non mi ero mai presa la briga di chiedere ai miei coetanei se anche loro dovessero rispettare la stessa tempistica. Sotto quell’ombrellone ho iniziato a prendere confidenza col senso dell’attesa e con la relatività del tempo, e ho capito quanto infinitamente lunghe possano sembrare tre ore se ti separano da una cosa a cui aneli intensamente. L’infanzia è il luogo in cui si costruiscono credenze e si radicano falsi miti.

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

A casa mia c’era anche “A Ferragosto non si fa il bagno perché ogni anno il 15 Agosto qualcuno muore annegato” (ma perché avrei dovuto essere proprio io quel qualcuno?), “Non lasciarti i capelli bagnati perché se no ti viene la cervicale” (ma che roba è sta “cervicale”? Io ho sempre lasciato i capelli bagnati e le mie sette vertebre stanno una meraviglia), “Non toglierti la canottiera che ancora è presto” (il presto solitamente si prolungava almeno fino a Giugno). Ma è soprattutto la congestione il fantasma del passato che ognuno di noi si è portato dietro fino a una certa età, insieme ai peluche e ai poster di “Cioè”. Poi, finalmente, si cresce, si abbandonano gli orsacchiotti spelacchiati, si staccano i nostri idoli dalle pareti e si diventa grandi. Crescendo, si decide se portare con noi quel sistema di credenze o se emanciparci da esse. Si fanno le piccole esperienze in solitaria. Ti fai il bagno dopo aver mangiato e ti accorgi che non sei morta. Te lo fai a Ferragosto e scopri, con estremo stupore, di essere una dei sopravvissuti di quell’annata. Ti lasci i capelli bagnati e l’unico effetto collaterale è sembrare un incrocio tra un rasta e Sbirulino. Ti togli la canottiera e, inaspettatamente, non ti è venuta la polmonite.

Poi studi Medicina e fai il salto. Acquisisci delle conoscenze che ti possono permettere di guardare dall’alto in basso, irridendole, certe leggende metropolitane e di superare i traumi dell’infanzia. Al terzo anno studi Fisiopatologia e scopri che per congestione si intende “un aumento del volume di sangue all’interno di un tessuto”. Al quarto ti confronti con le vecchie “cliniche”: sul libro di Malattie dell’Apparato cardiovascolare apprendi che la congestione è un “ristagno di liquidi” a livello dei tessuti, o dei polmoni, ed è il segno con cui si manifesta uno scompenso cardiaco; sul testo di Malattie dell’Apparato Digerente tra l’esofagite da reflusso e le emorroidi, invece, non trovi menzione di congestione e neanche qualche traccia di una piccola appendice con i tempi di di digestione. E allora? Ho vissuto estati intere con lo spettro della “congestione digestiva” seduto vicino a me sotto l’ombrellone e qualcuno sta venendo a dirmi che non esiste?

Scritto da Gregorio

NEWS CATEGORIA
Come AirBnB sta uccidendo la vera Napoli
Come AirBnB sta uccidendo la vera Napoli
(Campobasso)
-

Nei Quartieri Spagnoli il turismo gestito dalla piattaforma online sta scacciando i vecchi residenti. E gli storici “bassi” sono diventati un’attrazione folcloristica.
«I Quartieri Spagnoli a Napoli hanno goduto per anni di una cattiva nomea, ma...

Meta' degli immigrati rimane qui: RICOLLOCAMENTO OBBLIGATORIO FLOP
Meta' degli immigrati rimane qui: RICOLLOCAMENTO OBBLIGATORIO FLOP
(Campobasso)
-

La redistribuzione obbligatoria ha mestamente fallito. A distanza di più di tre anni dalla decisione di ricollocare l’alto numero dei migranti arrivato in Europa tra il 2014 ed il 2015, si può ben dire che l’esperimento non ha funzionato.
La redistribuzione obbligatoria ha mestamente fallito. A distanza di più di tre...

Fukushima: il DISASTRO AMBIENTALE di cui nessuno parla
Fukushima: il DISASTRO AMBIENTALE di cui nessuno parla
(Campobasso)
-

Molti pesci stanno morendo.Sono stati sottoposti a dei test e hanno dimostrato quantità estremamente elevate di radioattività.E’ disastro ambientale
Nel 2011, un terremoto di magnitudo 9.0 ha colpito al largo della costa del...

STOP SPRECHI IN EUROPA: tagliare gli stipendi faraonici dei Commissari e azzerare i fondi a partiti
STOP SPRECHI IN EUROPA: tagliare gli stipendi faraonici dei Commissari e azzerare i fondi a partiti
(Campobasso)
-

Tagliamo gli stipendi dei Commissari europei: basta privilegi a Bruxelles (2) #CambiamolaInsieme
Tagliamo gli stipendi dei Commissari europei: basta privilegi a Bruxelles (2)...

71500 romani vivono in zone ad alto rischio esondazione
71500 romani vivono in zone ad alto rischio esondazione
(Campobasso)
-

Si tratta di un’area grande circa 3.600 volte il Circo Massimo.
Circa 71.500 romani vivono in zone a rischio esondazione. In particolare 13.500...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati