Sesso: quanti italiani usano i contraccettivi?

(Perugia)ore 17:14:00 del 01/10/2018 - Categoria: , Sesso

Sesso: quanti italiani usano i contraccettivi?
Italiani interrogati sulle malattie sessualmente trasmissibili e sull’utilizzo di metodi contraccettivi: il 56,61% li usa “abitualmente”, al contrario di un 20% che risponde con un secco “mai”.

Italiani interrogati sulle malattie sessualmente trasmissibili e sull’utilizzo di metodi contraccettivi: il 56,61% li usa “abitualmente”, al contrario di un 20% che risponde con un secco “mai”. C’è poi chi dice di utilizzarli “a volte si, a volte no” e preferisce tentare la sorte: tra questi, il 9,29% se ne ricorda “talvolta, a seconda delle situazioni”. E nel 76,66% dei casi il metodo scelto è il preservativo.

E’ quanto emerge dall’indagine condotta dalla Federazione italiana di sessuologia scientifica (Fiss) in occasione della V edizione della Settimana del benessere sessuale, in programma in tutta Italia dal 1 al 6 ottobre 2018. Da aprile a giugno la Fiss ha sottoposto un questionario a risposta chiusa a un campione di oltre 500 partecipanti tramite la piattaforma SurveyMonkey online, diffuso sul sito e i canali social della Federazione. L’indagine rileva come il preservativo maschile si confermi il dispositivo anticoncezionale più conosciuto: il 97,68% degli intervistati lo mette nell’elenco degli strumenti noti, seguito dalla pillola (96,61%) e dalla spirale (88,93%).

Il meno affermato è il metodo Billings con solo il 26,96%, mentre il preservativo femminile è conosciuto dal 54,11% dei partecipanti all’indagine. La netta maggioranza (63,84%) afferma di scegliere insieme al partner il metodo contraccettivo, il 32,04% l’ha scelto e solo il 4,12% ha subito la scelta dell’altro. A usare il preservativo è dunque il 76,66% degli intervistati; solo l’1,14% preferisce quello femminile al pari della temperatura basale. Fanalino di coda il diaframma con lo 0,46%. I soddisfatti del metodo usato sono la maggioranza, a fronte di un 2,12% di delusi.

La maggior parte non farebbe a meno del contraccettivo, ma ci sono anche quelli che molto volentieri se ne libererebbero (circa il 9%). E chi lo usa anche se non ne è soddisfatto è una buona fetta (molto 11,08% e completamente 12,50%). Si sente infastidito dal metodo o dispositivo solo l’1,18%.

Secondo l’indagine, il 64,86% degli intervistati si dice per niente inibito dall’uso di contraccettivi e l’87,50% non si opporrebbe. Pochissimi confessano un senso di mancata progettualità e solidità del rapporto per colpa dei vari metodi (2,59%). Per tanti non cambia nulla (45,28%), anzi per il 30,27% i contraccettivi significano maggiore libertà sessuale. Il 6,54% pensa invece che ci sia meno spontaneità. Sul piano della frequenza dei rapporti, l’uso dei dispositivi non cambia nulla per il 64,89% degli intervistati, così come su quello del piacere. Addirittura, c’è chi dice che ne provi di più se c’è la sicurezza di un condom o di una spirale (12,11%).

I contraccettivi sono soprattutto usati per il timore di andare incontro a una gravidanza indesiderata (56,25%), meno di contrarre malattie (35,94%). La protezione è la prassi per il 51,01% che risponde positivamente alla domanda “Si protegge dal contagio delle infezioni sessualmente trasmissibili?”. Ma non per il 18% che sbarra invece la casella “mai”. Stupisce come la sifilide sia più nota (95%) del Papillomavirus (91,33%) o dell’Hiv (92,34%). Le percentuali si riducono poi quando si nomina la conoscenza del sarcoma di Kaposi (18,75%) o del granuloma inguinale (20,36%). E solo di alcune malattie il 53,63% conosce le conseguenze.

Per proteggersi dalle infezioni l’89,53% sceglie il profilattico, il resto preferisce avere rapporti con persone di cui si fida ciecamente (43,89%). Non si protegge perché ritiene non ci siano rischi per la Salute solo una minoranza (3,54%). Chi gioca con la fortuna perché non si protegge visto che in passato non gli è accaduto nulla è solo il 2,71%. Chi dà retta completamente agli amici che gli dicono che è molto difficile un contagio senza protezione è sotto il 2%. In minoranza anche chi pensa di non proteggersi “perché tanto esistono i farmaci giusti per guarire dalle infezioni”.

Stessa cosa per coloro che non lo fanno perché amano sfidare il caso. Diversa è la situazione di chi non si protegge perché si fida del partner: la quota sale, distribuita fra chi si riconosce abbastanza in questa condizione (19,38%), molto (12,29%) e completamente (17,71%). Anche se tecnicamente non è un metodo anticoncezionale, il coito interrotto ancora riceve consensi da chi afferma di farne uso qualche volta (29,29%), chi sempre (7,09%), chi spesso (11,90%) e chi almeno una volta (6,41%). L’astinenza programmata e condivisa con il partner riscuote particolare consenso: chi non la usa mai è il 93,14%, contro una piccola percentuale (0,69%) che invece la rispetta sempre. In caso di dubbi, il 30% gli intervistati ha ammesso di avere utilizzato la pillola del giorno dopo almeno una volta; il 62% ha risposto “mai”.

Da: QUI

 

Scritto da Gregorio

NEWS CATEGORIA
Come il sesso compulsivo e' diventato una malattia mentale
Come il sesso compulsivo e' diventato una malattia mentale
(Perugia)
-

Entra per la prima volta nella lista delle malattie mentali redatta dall'OMS, una condizione clinica che non aveva fino a oggi criteri diagnostici stabiliti e per questo motivo era oggetto di dibattito tra gli studiosi.
Entra per la prima volta nella lista delle malattie mentali redatta dall'OMS,...

Desiderio sessuale: 7 consigli per le donne
Desiderio sessuale: 7 consigli per le donne
(Perugia)
-

I consigli degli esperti di sesso per aumentare la libido nelle donne e ritrovare il gusto del rapporto appagante
Non sempre  si tratta di un reale problema fisico, spesso le donne sono...

Astinenza sessuale: tutti gli effetti...collaterali!
Astinenza sessuale: tutti gli effetti...collaterali!
(Perugia)
-

Che il sesso faccia bene sia al corpo che allo spirito è forse una di quelle poche certezze della vita che nessuno metterebbe mai in discussione; un po’ come dire “gli uccelli volano”, per ora è così e si spera anche in futuro.
Che il sesso faccia bene sia al corpo che allo spirito è forse una di quelle...

Frigidita' femminile e difficolta' a raggiungere orgasmo: i rimedi naturali
Frigidita' femminile e difficolta' a raggiungere orgasmo: i rimedi naturali
(Perugia)
-

Quando si vive il momento sessuale con il partner si vorrebbe provare a raggiungere il massimo del piacere, ovvero l’orgasmo.
Quando si vive il momento sessuale con il partner si vorrebbe provare a...

E' giusto fare sesso solo nel weekend?
E' giusto fare sesso solo nel weekend?
(Perugia)
-

Pur non essendo l’unico elemento alla base di una coppia, il sesso ha rilevante importanza in una relazione, soprattutto se lo si vive con l’anima gemella.
Pur non essendo l’unico elemento alla base di una coppia, il sesso ha rilevante...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati