Sei stressato? Ecco le parole che USI che lo fanno capire

(Roma)ore 17:12:00 del 03/03/2018 - Categoria: , Curiosità, Salute, Scienze

Sei stressato? Ecco le parole che USI che lo fanno capire
Che ci piaccia o no, le parole che usiamo non modellano solo i nostri pensieri ma anche il nostro universo

Che ci piaccia o no, le parole che usiamo non modellano solo i nostri pensieri ma anche il nostro universo. Costruiamo i nostri modelli mentali del mondo attraverso le parole, così la scelta delle une o delle altre non è dovuta al caso, tantomeno è sempre il frutto di un processo mentale meditato.

Le parole che usiamo quotidianamente sono l’espressione dei nostri stati interni, e allo stesso tempo determinano la nostra reazione agli eventi. Sono una specie di filtro di cui non possiamo sbarazzarci facilmente e di cui, spesso, non siamo neppure consapevoli. Pertanto, la scelta delle parole rivela molto su chi siamo e come ci sentiamo, smascherando stati di cui a volte non siamo nemmeno pienamente consapevoli.

Infatti, gli psicologi delle università di Wisconsin, Arizona e California hanno identificato il tipo di linguaggio che usiamo quando siamo stressati, quindi se ti ritrovi a ripetere spesso alcune di queste parole puoi assumerle come un segnale d’allarme che indica che sei esaurito, teso e/o ansioso.

Parole funzionali: le inserzioni automatiche che ci tradiscono

Se usi spesso avverbi come “realmente”, “incredibilmente” o “sicuramente”, probabilmente sei molto stressato. Gli psicologi li classificano come “parole funzionali” e affermano che sono un indicatore abbastanza preciso del nostro livello d’ansia.

Le parole funzionali sono quelle che non significano molto da sole. A differenza dei verbi e dei sostantivi, queste parole non forniscono molte informazioni ma servono solo a rinforzare il resto del discorso. All’interno delle parole funzionali ci sono gli avverbi affermativi, alcuni pronomi e alcuni aggettivi.

Gli psicologi sospettano da tempo che tendiamo a ricorrere alle parole funzionali più frequentemente quando siamo stressati. Pertanto, hanno testato la loro ipotesi chiedendo a 143 persone di portare con loro dei dispositivi di registrazione per due giorni.

Queste persone vennero anche sottoposte ad un’analisi in cui furono contati i loro globuli bianchi, poiché è noto che un loro aumento è un sintomo di stress.

Dopo aver analizzato l’audio raccolto in due giorni e gli esami di laboratorio, gli psicologi scoprirono che, in effetti, le persone più stressate, con un numero più alto di globuli bianchi, utilizzavano più spesso parole funzionali. Il loro discorso era pieno di avverbi come: davvero, certamente, incredibilmente e sicuramente.

Notarono anche che davano la priorità a pronomi come “io” e “mio” piuttosto che “loro” e “vostro”, il che indica una visione più egocentrica del mondo, causata dalla pressione che sentono. In altre parole: lo stress ci costringe a chiuderci nel nostro mondo interiore, quindi perdiamo la prospettiva. E questo si manifesta attraverso un discorso più “ioista”.

Le tue parole possono dirti quello che ancora non sai

La cosa più curiosa di questo esperimento è che le parole funzionali potevano prevedere il livello di stress meglio delle percezioni delle persone stesse. In effetti, a volte, quando attraversiamo un periodo particolarmente difficile e teso, ci concentriamo così tanto nel tentativo di uscire da quella situazione da non realizzare il livello di stress di cui soffriamo.

Fortunatamente, le parole funzionali possono diventare un segnale d’allarme che ci avvisa del nostro livello di stress, ansia e tensione, così da poterci fermare lungo il cammino e cambiare direzione. Gli psicologi spiegano che ciò è dovuto al fatto che la scelta delle parole funzionali è più automatica e meno consapevole, mentre la scelta di verbi e sostantivi è un processo molto più consapevole.

Da: QUI

Scritto da Gerardo

NEWS CATEGORIA
Ecco la canzone che sconfigge l'agitazione! VIDEO
Ecco la canzone che sconfigge l'agitazione! VIDEO
(Roma)
-

Secondo una ricerca condotta negli Usa esiste un brano in grado di ridurre la tensione del 65%. È poco noto ma, forse, anche troppo efficace
Male di vivere, angoscia esistenziale, dolore diffuso. C’è chi si abbandona allo...

Inquietante fenomeno NEVE NERA in Siberia: cosa sta succedendo? VIDEO
Inquietante fenomeno NEVE NERA in Siberia: cosa sta succedendo? VIDEO
(Roma)
-

Neve nera in Siberia, l’inquietante fenomeno preoccupa gli scienziati: cosa sta succedendo
Da alcuni giorni diverse città della Siberia sudoccidentale vengono investite da...

Cellulari: antenne e ripetitori causano tumori delle cellule nervose
Cellulari: antenne e ripetitori causano tumori delle cellule nervose
(Roma)
-

Tumori: il cellulare provoca il cancro, lo conferma la scienza. Ripetitori di telefonia mobile e tumore, a rischio cuore e cervello
Cellulari: antenne e ripetitori causano tumori delle cellule nervose - Aumenti...

Misteriosa influenza sta colpendo l'Italia: cosa sta succedendo?
Misteriosa influenza sta colpendo l'Italia: cosa sta succedendo?
(Roma)
-

Focolai di polmonite anomala che scoppiano improvvisamente a macchia di leopardo.L'esperto in diretta afferma che tali infezioni si contraggono per via aerosol
Focolai di polmonite anomala che scoppiano improvvisamente a macchia di...

Carnevali piu' belli d'Italia: quali visitare
Carnevali piu' belli d'Italia: quali visitare
(Roma)
-

Carnevali piu' belli d'Italia - Vuoi vivere tutto l'entusiasmo del Carnevale in Italia? Scopri i programmi di Venezia, Viareggio e Putignano, città simbolo degli eventi carnevaleschi.
CARNEVALI PIU' BELLI D'ITALIA - Non sarà di certo la festa della sincerità, ma...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati