Polpette di sedano: come fare

(Torino)ore 17:10:00 del 19/02/2019 - Categoria: , Cucina

Polpette di sedano: come fare
Si consiglia di consumare le polpette subito dopo la frittura. Se preferite potete prepararle il giorno prima e conservarle in frigorifero per poi friggerle poco prima di servire. In alternativa si possono congelare da crude dopo averle impanate. La salsa

 

Tutti utilizziamo regolarmente carote, sedano e cipolla per preparare il soffritto, indispensabile per realizzare molte ricette della cucina italiana. Tra questi ingredienti, tuttavia, il sedano è spesso quello più sottovalutato, relegato a rivestire ruoli marginali all’interno dei nostri piatti… noi invece abbiamo deciso di riscattarlo rendendolo protagonista di paste, risotti e insalate e, da oggi, anche di un appetitoso secondo piatto: le polpette di sedano! Fragranti e dorate, le polpette di sedano sono servite su un letto di salsa di pomodoro che richiama alla lontana la ricetta a cui esse si ispirano, le polpette pratesi, tradizionalmente abbinate a un ragù di carne. Un modo per strizzare l’occhio ai vegetariani senza rinunciare al gusto perché, si sa, le polpette al sugo sono sempre la fine del mondo… e quelle di sedano ne sono la conferma!

Ingredienti per 20 polpette

Sedano (da pulire) 600 g Pane 200 g Parmigiano reggiano da grattugiare 100 g Uova 1 Sale fino q.b. Pepe nero q.b.

PER LA SALSA DI POMODORO

Passata di pomodoro 750 g Aglio 2 spicchi Olio extravergine d'oliva q.b. Sale fino q.b.

PER FRIGGERE

Olio di semi q.b.

PER GUARNIRE

Prezzemolo q.b.

Come preparare le Polpette di sedano

Per realizzare le polpette di sedano, per prima cosa mettete a bollire una pentola di acqua salata che vi servirà per sbollentare il sedano e occupatevi della salsa di pomodoro: scaldate l’olio in una padella e soffriggete brevemente gli spicchi d’aglio in camicia, poi versate la passata di pomodoro (1) e salate (2). Coprite con il coperchio e cuocete per circa 30 minuti a fiamma moderata, avendo cura di mescolare di tanto in tanto. A fine cottura rimuovete gli spicchi d’aglio (3) e aggiustate eventualmente di sale.

Mentre la salsa cuoce occupatevi della preparazione delle polpette: eliminate la base del cespo di sedano (4) e le foglie, poi lavate i gambi, rimuovete i filamenti con un pelapatate (5) e tagliateli a tocchetti (6). In tutto avrete bisogno di circa 400 g di sedano pulito.

A questo punto l’acqua sarà arrivata a bollore, quindi sbollentate il sedano per circa 10 minuti (7). Nel frattempo tagliate il pane a pezzettoni (8) e tritatelo con un mixer per ridurlo in briciole (9).

Scolate il sedano e lasciatelo intiepidire (10), dopodiché tritatelo al coltello (11) e strizzatelo con le mani per eliminare l’acqua in eccesso (12).

Trasferite il sedano in una ciotola e unite il Parmigiano grattugiato (13), circa 180 g di pane frullato (14), l’uovo (15), sale e pepe.

Impastate con le mani per amalgamare il tutto e formate delle palline della dimensione di una grossa noce (16). Passate le polpette ottenute nelle restanti briciole di pane per ricoprirle uniformemente (17) e adagiatele su un vassoio (18).

Scaldate l’olio di semi fino a una temperatura di 170° (da misurare con un termometro da cucina) e friggete 3-4 pezzi per volta per un paio di minuti (19) finché non saranno belle dorate, poi scolatele su un foglio di carta paglia (20). Servite le polpette di sedano su un letto di salsa di pomodoro e guarnite con abbondante prezzemolo tritato (21)!

Conservazione

Si consiglia di consumare le polpette subito dopo la frittura. Se preferite potete prepararle il giorno prima e conservarle in frigorifero per poi friggerle poco prima di servire. In alternativa si possono congelare da crude dopo averle impanate. La salsa di pomodoro si può conservare in frigorifero per 2-3 giorni, in un contenitore ermetico.

Consiglio

Se desiderate, e non siete vegetariani, potete servire le polpette di sedano anche con un buon ragù di carne! Non buttate le foglie del sedano ma utilizzatele per preparare altre ricette, come per esempio la pasta fredda alle zucchine.

Giallozafferano

 

Scritto da Carla

NEWS CATEGORIA
Simnel cake: guida passo passo
Simnel cake: guida passo passo
(Torino)
-

La simnel cake è già caratterizzata da un impasto particolarmente ricco, ma se desiderate potete aggiungere del brandy per una nota liquorosa oppure delle mandorle non pelate e tritate grossolanamente per una nota croccante!
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Uova alla monachina: guida passo passo
Uova alla monachina: guida passo passo
(Torino)
-

Mescolate, aggiungete il latte ecuocete fino a che la besciamella non si sarà addensata.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Cucina: Sardenaira
Cucina: Sardenaira
(Torino)
-

Prendiamo una ciotola, versiamo parte dell’acqua, sbricioliamo il cubetto di lievito, aggiungiamo lo zucchero e mescoliamolo per poi lasciarlo a riposo circa 5 minuti.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...

Vitello tonnato: guida passo passo
Vitello tonnato: guida passo passo
(Torino)
-

Aggiungete o sostituite le verdure così come le spezie con quelle che preferite, meglio se di stagione.
  VITELLO TONNATO RICETTA - Molti non sanno che il vitello tonnato, o vitel...

Conchiglioni ripieni: guida
Conchiglioni ripieni: guida
(Torino)
-

Al posto del macinato di maiale potete anche aggiungere della pancetta dolce battuta al coltello o della pasta di salsiccia sbriciolata.
  I conchiglioni sono un formato di pasta che accende la fantasia: si prestano...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati