Notizie Rimini: tesserare chi entra in discoteca?

RIMINI ore 08:08:00 del 14/08/2015 - Categoria: Cronaca - Rimini

Notizie Rimini: tesserare chi entra in discoteca?
Notizie Rimini: tesserare chi entra in discoteca?Claudio Coccoluto è un king della consolle. Dj da trent' anni, legame affettivo particolare con il vinile nell' epoca di Spotify e del download disperato, uno dei pochi italiani entrati nel firmamento dei d

Claudio Coccoluto è un king della consolle. Dj da trent' anni, legame affettivo particolare con il vinile nell' epoca di Spotify e del download disperato, uno dei pochi italiani entrati nel firmamento dei dancefloor internazionali.
Lo disturbiamo mentre ricarica le pile nella sua Cassino, a poche ora dalla partenza per le prossime tappe della maratona estiva nei top club in Sardegna, Ibiza, Formentera. «Questo Pedica è stato contagiato dalla sindrome dell' Annuncite. Se la sua soluzione alla droga nei locali è la chiusura permanente, temo non sappia proprio di cosa parla».
Il riferimento è all' uscita di Stefano Pedica, ex senatore Idv travasato nel Pd, che dopo l' escalation di morti di giovanissimi, collegate più o meno direttamente allo sballo (i casi del Cocoricò di Riccione e del Guendalina in Salento, ndr), ha proposto la serrata per un anno intero di tutte le discoteche.
«Sembra Tsipras che in Grecia voleva chiudere gli stadi per i fenomeni di violenza. Da un politico mi aspetterei maggior oculatezza nelle esternazioni e soprattutto informazione: dove pensa che andrebbero gli italiani? Volerebbero, low cost, a ingrassare i portafogli degli spagnoli o dei greci ovviamente: a Ibiza e Mikonos non aspettano altro per fare ancora più soldi. Senza contare i danni economici».
Dietro le luci strobo ci sono Pil e posti di lavoro.
«Certo. Quello della notte è un pezzo fondamentale dell' industria e del turismo italiano, con migliaia di assunti e centinaia di milioni di euro di giro d' affari».
La morte dei ragazzi però pesa come un macigno.
«Sono tragedie enormi, ma non si affronta il problema della droga e dello spaccio colpendo l' ultimo anello della catena. Perché questo sono le discoteche».
In disco di droga ne circola parecchia, questo è innegabile.
«Vero, come però è troppo poca l' azione di repressione e controllo delle forze dell' ordine. Serve un giro di vite da parte del ministro dell' Interno Alfano, chiudere i locali è perfettamente inutile: la droga si trova ovunque a qualunque ora. Pure in Parlamento temo».

Nei Paesi anglosassoni i «club» sono veramente tali. Si entra iscrivendosi, attraverso la carta di identità, così che le autorità sanno chi frequenta questo o quel locale. In Italia questo è impossibile?
«Tutt' altro, io lo propongo da tempo. Siamo pieni di circoli Arci, trasferire il modello alle discoteche servirebbe a fidelizzare la clientela e aumenterebbe la sicurezza».

Una sorta di tessera del discotecaro, sul modello di quella del tifoso?
«Perché no. In questo modo il proprietario avrebbe gli strumenti per allontanare gli indesiderati, oggi non è così: la presunta selezione è irregolare, se io voglio entrare non puoi tenermi fuori, è un locale pubblico».

Cosa altro si può fare?
«Io ho due figli (uno fa il dj, ndr), li ho educati al clubbing fin da piccoli portandoli con me nelle serate e insegnando loro cosa, e chi, evitare sempre. Però dico: in discoteca solo dai 18 anni in su. A 16 sei troppo esposto, non è un posto per ragazzini».

Scritto da Gerardo

NEWS CATEGORIA
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti
Caso Attali: credito, per finanziare i viaggi dei migranti

-

Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand e noto per il suo ultraeuropeismo, Jacques Attali è l’uomo che ha scoperto Macron, presentandolo al presidente Hollande del quale è diventato consigliere.
Conosciuto come l’eminenza grigia della politica francese dai tempi di Mitterand...

Macellai costretti a subire minacce e vandalismi dai VEGANI
Macellai costretti a subire minacce e vandalismi dai VEGANI

-

Dalla Francia all'Inghilterra si diffonde la propaganda vegana che incita i ''seguaci'' ad agire con intimidazioni, minacce e vandalismi a onesti lavoratori
Dalla Francia all'Inghilterra si diffonde la propaganda vegana che incita i...

Le ONG rifiutano gli ordini di Salvini!
Le ONG rifiutano gli ordini di Salvini!

-

Conta di più Un governo sovrano, come quello di cui fa parte il leader del Carroccio, o una ong spagnola che carica in mare gli immigrati partiti dalla Libia? Alla luce degli ultimi eventi la domanda è tutt’altro che retorica.
Tu chiamalo, se vuoi, pure braccio di ferro. Ma stavolta il confronto-scontro...

MIC: ecco la carta che ti da' accesso ai MUSEI DI ROMA gratis per 1 anno
MIC: ecco la carta che ti da' accesso ai MUSEI DI ROMA gratis per 1 anno

-

“Una rivoluzione nell’approccio libero alla cultura”, dicono dal Campidoglio e un chiaro segno di un’apertura nei confronti di residenti e studenti.
Costa 5 euro e a partire da oggi darà accesso gratuito per 12 mesi alle gallerie...

I nuovi schiavi? Arrivano dalle ONG dall'Africa
I nuovi schiavi? Arrivano dalle ONG dall'Africa

-

Altro che immigrazione. È deportazione dall’Africa di nuovi schiavi
Contro ogni diritto del mare, le navi private deportatrici imbarcano esseri...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati