Notizie Bergamo: parole durissime della moglie di Bossetti verso la polizia

BERGAMO ore 19:30:00 del 15/06/2015 - Categoria: Cronaca - Bergamo

Notizie Bergamo: parole durissime della moglie di Bossetti verso la polizia
Notizie Bergamo: parole durissime della moglie di Bossetti verso la polizia! La moglie di Massimo Bossetti, l’uomo accusato di aver ucciso Yara Gambirasio, è tornata a parlare

La moglie di Massimo Bossetti, l’uomo accusato di aver ucciso Yara Gambirasio, è tornata a parlare. Marita Comi, durante il programma Segreti e delitti di Canale5, ha rivelato alle telecamere la sua vita dopo l’arresto del marito, soffermandosi in particolare sul trattamento che gli inquirenti le avrebbero riservato. Durante le prime perquisizioni a casa “ci hanno sequestrato alcuni album di famiglia, strappato senza intenzione qualche pagina e fatto cadere oggetti di vetro, e non mi hanno mai chiesto scusa. Mi prendevano in giro e sono arrivati a dire che allora mi avrebbero sequestrato tutta la casa”.

Momenti difficili – Le pesanti accuse rivolte al marito hanno pesato molto sulla vita personale della Comi: “Non faccio più le cose che facevo prima - ha confessato la donna - non vado più in mezzo alla gente, vado a fare la spesa ma le attività dei bambini le evito, non vado alle feste della scuola perché sento lo sguardo della gente”. Nonostante tutto e nonostante i fiumi di parole che si sono spese su suo marito, lei continua però a dirsi convinta della sua innocenza. Anche dopo il video in cui veniva ripreso il dialogo in carcere tra loro due: “Quando gli ho chiesto di dirmi la verità durante i nostri Incontri in carcere, non è che dubitavo di lui, ma gli ho fatto tutte le stesse domande che i pm e gli inquirenti avevano fatto a me dicendomi che erano sicuri che fosse lui l’assassino di Yara”.

La famiglia – Anche i rapporti con i familiari si sono raffreddati dopo lo scandalo di Bossetti: “Ester, mia suocera, è distante dalla nostra famiglia. Chiama i nipoti al telefono e da un anno a questa parte è venuta a trovarli solo una volta. Io sono sola con i miei figli, qualche parente e alcune persone mi aiutano. Il sindaco del paese ha provato ad aiutarmi a cercare un lavoro, ma so che quando riferisce il mio nome, le persone si tirano indietro. Perché forse lavorando da loro, potrei attirare giornalisti. Sarei disponibile a fare qualunque tipo di lavoro già da doMani”.

Scritto da Gerardo

NEWS CATEGORIA
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!
Migranti: con il taglio dei 35 euro ADDIO ACCOGLIENZA!

-

Stop ai corsi di italiano e alla formazione professionale. Non solo: via gli psicologi, ridotta al minimo la presenza di assistenti sociali, operatori culturali, medici e infermieri
Ogni ospite vedrà il medico per massimo 4 ore l’anno. L’infermiere, invece, non...

Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!
Unicef: ogni 3 euro che doni, 2 vanno a una societa' privata!

-

Unicef: se doni 3 euro, 2 vanno a una società privata. Ma per il fondo per l’infanzia va bene così L’affare Play Therapy Africa – Scoperta dei pm di Firenze nell’inchiesta sui Conticini. Ma il Fondo per l’infanzia ha deciso che va bene così
Su dieci milioni di donazioni versate ad associazioni umanitarie per aiutare i...

Si espande il modello CINA: Internet sempre MENO LIBERO
Si espande il modello CINA: Internet sempre MENO LIBERO

-

L’organizzazione non governativa ‘Freedom House’ nel suo ultimo rapporto ha evidenziato un aggravamento sul fronte dei diritti e delle libertà della rete
L’organizzazione non governativa ‘Freedom House’ nel suo ultimo rapporto ha...

Gli oscuri FINANZIAMENTI alle ONG (solidarieta' MENZOGNERA)
Gli oscuri FINANZIAMENTI alle ONG (solidarieta' MENZOGNERA)

-

Le Ong si presentano come piene di valori, ma godono di finanziatori occulti e portano avanti ideologie come l'abortismo, l'omosessualismo e l'ambientalismo
Rimaste per mesi al centro del dibattito politico italiano e non solo, le Ong...

Addio alle multe con verbali: i Comuni potranno inviare direttamente la CARTELLA ESATTORIALE!
Addio alle multe con verbali: i Comuni potranno inviare direttamente la CARTELLA ESATTORIALE!

-

Da oggi in poi non ci sarà più bisogno di notificare le multe stradali: il conducente potrà ricevere direttamente la cartella esattoriale e, se vuole contestare qualche vizio del verbale, dovrà farlo impugnando la cartella stessa
Da oggi in poi non ci sarà più bisogno di notificare le multe stradali: il...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati