Luce blu degli schermi? Fa diventare ciechi!

(Ancona)ore 14:15:00 del 21/08/2018 - Categoria: , Tecnologia

Luce blu degli schermi? Fa diventare ciechi!
Uno studio scientifico ha individuato la correlazione tra degenerazione maculare ed esposizione a smartphone e pc.

Che la luce blu di smartphone e tablet sia deleteria per gli occhi, e possa accelerare il processo che porta a malattie e cecità in età avanzata, è cosa nota da tempo. Ma da poco un gruppo di scienziati ha scoperto come funziona precisamente questo principio di causa-effetto.

La cosiddetta luce blu è solamente una delle tante radiazioni emanate dagli schermi che sempre più riempiono la nostra giornata: dal laptop per lavorare, all'iPad per svago fino al telefonino che ci portiamo anche al letto, cambiano i device e le cose che ci facciamo, ma la stimolazione fisica è la stessa. La luce blu, in particolare, ha la caratteristica di avere una lunghezza d'onda più corta, e una maggiore energia. Né la nostra cornea, né lenti esterne, sono in grado di bloccarla: la luce blu insomma ce la assorbiamo tutta.

Lo studio dell'Università americana di Toledo, pubblicato sulla rivista Scientific Reports, ha verificato che la luce blu attiva delle molecole "velenose" all'interno delle cellule, e queste con il tempo portano a una patologia detta degenerazione maculare. La degenerazione maculare colpisce in particolar modo le persone anziane, ma i ricercatori affermano che una prolungata esposizione alla luce blu aumenta di molto la possibilità di sviluppare questa malattia. Non si diventa completamente ciechi, ma la menomazione alla vista è forte, tanto da azzerare capacità di base come leggere, o addirittura riconoscere i volti dei familiari.

La luce blu causa la morte dei fotorecettori, che sono le cellule che inviano il segnale al cervello. La cosa particolare è che i fotorecettori non si rigenerano: una volta andati, sono andati per sempre. Perciò la degenerazione maculare arriva con l'età, e perciò non si può curare, ma solo prevenire.

Come? Evitando di usare smartphone e tablet al buio. O almeno, se proprio si è costretti a farlo, attivando il filtro luce blu, presente su molti device. E poi, come sempre, aumentando le ore che si trascorrono lontani da uno schermo.

Da: QUI

Scritto da Alberto

NEWS CATEGORIA
WhatsApp, ecco gli sticker animati: come funzionano
WhatsApp, ecco gli sticker animati: come funzionano
(Ancona)
-

Un continuo lavoro di perfezionamento. Negli ultimi mesi gli sviluppatori di WhatsApp sono alle prese con molte novità: la modalità scura (che dovrebbe arrivare già nelle prossime settimane), un nuovo sistema per proteggere le chat su Android e un nuovo m
Un continuo lavoro di perfezionamento. Negli ultimi mesi gli sviluppatori di...


(Ancona)
-


La presenza di vita nell'Universo è un dilemma che continua a tormentare gli...

Fortnite, patch 8.40: cosa sapere
Fortnite, patch 8.40: cosa sapere
(Ancona)
-

È arrivata finalmente la patch 8.40 di Fortnite che, come ogni volta, introduce novità e sorprese speciali per tutti gli utenti.
È arrivata finalmente la patch 8.40 di Fortnite che, come ogni volta, introduce...

Sud Italia, dove INTERNET non esiste per 1 persona su 3
Sud Italia, dove INTERNET non esiste per 1 persona su 3
(Ancona)
-

Secondo gli ultimi dati sull'utilizzo di internet e dei social network, anche per gli italiani l'utilizzo dei social è in crescita, dove Facebook è in testa con 31 milioni di utenti, seguito da Instagram e Pinterest. Ma quanto a penetrazione di internet r
Gli italiani sono sempre più online, sebbene al di sotto della media...

Edge e Chrome: tutte le differenze!
Edge e Chrome: tutte le differenze!
(Ancona)
-

Sono in molti a temere che Edge non sarà altro che una versione di Chrome con una interfaccia rivisitata da Microsoft.
Sono in molti a temere che Edge non sarà altro che una versione di Chrome con...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati