L'ILVA sta morendo: 1 quarto della produzione persa, liquidita' quasi finita

(Taranto)ore 21:36:00 del 15/06/2018 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Lavoro, Sociale

L'ILVA sta morendo: 1 quarto della produzione persa, liquidita' quasi finita
L'Ilva va chiusa e gli operai devono essere ricollocati, punto e basta. Non ha senso continuare a tenere in vita una fabbrica che sta avvelenando tutta Taranto e d'intorni.

L'Ilva va chiusa e gli operai devono essere ricollocati, punto e basta. Non ha senso continuare a tenere in vita una fabbrica che sta avvelenando tutta Taranto e d'intorni. In questo, L'UE dovrebbe aiutare il governo italiano per supportare i costi di questa operazione, visto che l'allarme sull'inquinamento prodotto dall'Ilva, è venuto per la prima volta, proprio dai palazzi europei.

Se una strada è troppo piccola, ed il traffico è congestionato, occorre fare nuove strade, così come nel mondo del lavoro. Se il lavoro non c'è e ci sono anche degli esodati, bisogna creare nuovo sviluppo per ricollocare e dare lavoro a chi non ce l'ha. A questo bisognerebbe lavorare, affinché la gente di Taranto possa tornare a respirare aria pulita senza dover subire i ricatti dei manager Ilva.

I vecchi governi avevano lavorato per il trasferimento dell'Ilva ad un colosso straniero, con l'obiettivo di ripianare parte dei debiti e lasciare in funzione l'impianto con interventi importanti sul piano ambientale (si parla di miliardi di euro). Il M5S ha deciso di intraprendere una linea differente, ottenendo un enorme successo politico in quell'area: chiudere l'Ilva e riutilizzare investimenti e dipendenti nella bonifica. Che poi è ciò che ha scritto Grillo qualche giorno fa sul blog.

Domanda? Ma è questa la linea attuale del M5S ...o era solo quella per prendersi i voti dei tarantini? Perché mentre Grillo continua a parlare di chiusure, Di Maio sembra voler proseguire sulla linea tracciata da Calenda, con tante ambiguità e prese di posizione poco chiare.

Ora è arrivato il momento per il M5S di mantenere le promesse. E non ci saranno giustificazioni possibili, perché la vicenda Ilva è nota da anni e - mi auguro - che la proposta del M5S sia stata fatta conoscendo le problematiche. "non è possibile farlo" non sarà una giustificazione possibile.

Oggi Ilva è a un bivio. Il gruppo ArcelorMittal, che ha vinto la gara del governo a marzo 2017 dovrebbe rilevare gli impianti entro il primo luglio, ma punta a riassumere 10mila dei 14mila operai diretti, con sacrifici anche sulla retribuzione. Una proposta irricevibile per i sindacati. Il rischio che Mittal si sfili, addossando la colpa a sindacati e politica, non è tramontato anche se viene considerato remoto da chi segue il dossier. In questa situazione il nuovo governo non sembra avere alternativa al colosso franco-indiano per evitare una vertenza occupazionale da 20mila lavoratori (compreso l’indotto). E per questo punta a strappargli impegni più forti sul piano ambientale per produrre acciaio senza bruciare carbone ma gas.

In questo scenario i concorrenti europei non si strapperanno i capelli se chiuderà un produttore la cui produzione potenziale è pari alla sovracapacità produttuiva del settore. Che l’Ilva torni ai livelli toccati nel 2008 ai tempi dei Riva, accusati dai magistrati tarantini di aver perpetrato un inquinamento ventennale a danno della città ionica, è oggi improbabile. Mittal punta a riportare in alto la produzione soprattutto portando a Taranto prodotti già semilavorati nei suoi stabilimenti francesi da laminare, una produzione con margini ridotti. Non a caso nel piano del colosso siderurgico gli esuberi saliranno nel tempo.

Scritto da Gerardo

NEWS CATEGORIA
Orban e Salvini MINACCIA per l'Europa dei banchieri
Orban e Salvini MINACCIA per l'Europa dei banchieri
(Taranto)
-

Viktor Orban e Matteo Salvini? Campioni, «eroi del nostro tempo liquido e fautori della tanto discussa “internazionale populista”, che raccatta tutta la galassia nazionalista a partire da Trump, Putin, fino al gruppo di Visegrad»
Viktor Orban e Matteo Salvini? Campioni, «eroi del nostro tempo liquido e...

Cosi' scappa il futuro del MERIDIONE, che si svuota in silenzio
Cosi' scappa il futuro del MERIDIONE, che si svuota in silenzio
(Taranto)
-

E chi glielo dice adesso a Salvini? Chi gli dice, mentre attende operoso al respingimento dei neri d’Africa, i nuovi invasori, che negli ultimi sedici anni circa un milione e ottocentomila italiani sono fuggiti dalle proprie case per cercare un lavoro e u
E chi glielo dice adesso a Salvini? Chi gli dice, mentre attende operoso al...

I milioni per l'Africa sui conti del cognato di Renzi e dei fratelli: ma una legge PD lo salvera'!
I milioni per l'Africa sui conti del cognato di Renzi e dei fratelli: ma una legge PD lo salvera'!
(Taranto)
-

Firenze, “i milioni per l’Africa sui conti del cognato di Renzi e dei fratelli”. Ma per la riforma Orlando indagine rischia lo stop
L’inchiesta, resa nota nel 2016 da La Nazione, è nata da movimenti bancari...

Sei un pensionato precario? VAI IN PORTOGALLO!
Sei un pensionato precario? VAI IN PORTOGALLO!
(Taranto)
-

Se hai 70 anni vattene dall’Italia: in Portogallo la pensione è esentasse ed è un paradiso
Un bilocale fronte mare a 300 euro al mese, pesce al ristorante con 10 euro. E...

Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
Ceronetti: il genio italiano TROPPO SCOMODO
(Taranto)
-

I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia, sono personaggi che normalmente gli italiani neppure conoscono: la maggior parte della popolazione non sa neppure chi siano, che faccia abbiano, per quale ragione debbano essere
I cosiddetti “grandi italiani”, ebbe a dire l’autore televisivo Diego Cugia,...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati