La prova di Concrete Genie

(Napoli)ore 14:35:00 del 01/08/2019 - Categoria: , Videogames

La prova di Concrete Genie
Il primo livello all’interno del faro abbandonato della città ci ha permesso infatti di impratichirci con il sistema di gioco, unito anche ad alcune fasi esplorative piuttosto semplici nella loro esecuzione.

 

ANTEPRIMA CONCRETE GENIE - Concrete Genie ci porta nell’isola di Denska, un tempo rinomata per il turismo e per la pesca, ma adesso ridotta in una landa abbandonata, con i mercatini e i suoi caratteristici edifici logorati dal tempo e dal vandalismo di teppisti che si aggirano tra i vicoli desolati in cerca di divertimento.

Denska resta tuttavia una meta prediletta di Ash, un ragazzino che adora disegnare, e che spesso si ritrova a visitare la cittadina di mare per perdersi nei ricordi d’infanzia.
Nella sua mente, le case in rovina e il buio delle strade riacquistano colori e vivacità, proprio come era in passato, quando la visitava in compagnia dei suoi genitori.
Per rendere indelebili questi ricordi, utilizza il suo quaderno da disegno, su cui stampare per sempre le gioie dell’infanzia.

ANTEPRIMA CONCRETE GENIE - Un giorno, però, Ash viene importunato dai teppisti di Denska che, spinti dall’ebrezza di provare un nuovo tipo di “divertimento”, gli rubano e strappano il prezioso quaderno, ridotto in una serie di fogli svolazzanti per le viuzze dell’isola.
Per fortuna Ash non si perde d’animo, e nel tentativo di recuperare le sue piccole opere, scopre di essere dotato di un particolare potere: dare vita a ciò che disegna grazie a un magico pennello.

Questo è l’incipit di Concrete Genie, un titolo di stampo adventure che fa della creatività e della fantasia le sue colonne portanti.
Grazie al suo particolare potere, Ash è in grado di creare degli adorabili mostriciattoli, i genie, che lo accompagneranno lungo il suo viaggio, con lo scopo di riportare luce nell’oscurità di Denska e scoprire perché si è ridotta in questo stato di abbandono.

ANTEPRIMA CONCRETE GENIE - Grazie a pochi e rapidi movimenti di polso, ogni muro si trasformerà in un piccolo quadro animatoda cui delle creature nate dalla vernice decideranno di aiutare Ash, consentendogli di passare attraverso cancelli o porte sbarrate. Il primo livello all’interno del faro abbandonato della città ci ha permesso infatti di impratichirci con il sistema di gioco, unito anche ad alcune fasi esplorative piuttosto semplici nella loro esecuzione. Peccato solo che, in alcuni frangenti, il sistema di controllo via sensori di movimento ci è parso poco preciso nel lasciarci tratteggiare liberamente le varie forme a schermo, tanto che il più delle volte il meccanismo sembrava essere un po’ troppo automatizzato.

Ad ogni modo, il titolo sembra prendere vari elementi di Okami o di Epic Mickey, titoli legati a doppio filo all’utilizzo di ‘pennelli virtuali’ per arricchire di dettagli o elementi le locazioni di gioco, oltre che per superare enigmi ambientali utili a proseguire all’interno dell’avventura principale (specie quelli legati ai vari colori, come riscontrato nel secondo e terzo livello provati nella demo). Il titolo PixelOpus è infatti fondato quasi interamente sulla medesima ossatura di gioco vista nei titoli Capcom e Junction Point Studios, con in più uno stile e un’atmosfera ben più ricercate di quanto si creda.

Concrete Genie è in primis una maliconica storia di violenza e bullismo, in cui il giovane protagonista è vittima dell’arroganza dei suoi coetanei, costringendo a trovare rifugio nella ‘pace’ di universi immaginari popolati da creature fantastiche. La banda di teppistelli che non esita a deturpare le creazioni di Ash, privandolo di ciò a cui è più legato, sebbene nonostante i continui maltrattamenti, il ragazzo continui a trasformare la sua città in un paradiso di colori e fedeli amici frutto della sua stessa arte. Ed è proprio attraverso l’arte, che le vicende di Ash trasformeranno anche noi videgiocatori in artisti inconsapevoli, atrraverso un’avventura che promette di essere realmente stupefacente.

 

Scritto da Gregorio

NEWS CATEGORIA
Red Dead Redemption 2 versione PC: recensione
Red Dead Redemption 2 versione PC: recensione
(Napoli)
-

RED DEAD REDEMPTION 2 PC RECENSIONE - È senza dubbio il più bel gioco del 2018.
RED DEAD REDEMPTION 2 PC RECENSIONE - È senza dubbio il più bel gioco del 2018....

Planet Zoo: cosa conoscere
Planet Zoo: cosa conoscere
(Napoli)
-

RECENSIONE PLANET ZOO - Dopo aver quindi dedicato la maggior parte del proprio tempo sulla costruzione concettuale del bioparco, è bene soffermarsi anche sulla gestione degli animali che andranno a popolarlo.
RECENSIONE PLANET ZOO - Planet Zoo è a tutti gli effetti un gestionale di stampo...

Death Stranding recensione
Death Stranding recensione
(Napoli)
-

RECENSIONE DEATH STRANDING - Non è stato un compito facile lavorare alla recensione di Death Stranding, anzi, posso dire tranquillamente che è stato il prodotto più controverso con il quale abbia mai avuto a che fare.
RECENSIONE DEATH STRANDING - Non è stato un compito facile lavorare alla...


(Napoli)
-


LE CONDIZIONI DI LAVORO DEGLI SVILUPPATORI DI VIDEOGAMES - "No pain, no gain"...

Nvidia Shield TV: come cambia la gamma per gamers con modelli PRO
Nvidia Shield TV: come cambia la gamma per gamers con modelli PRO
(Napoli)
-

NVIDIA SHILED TV COSA CAMBIA - Nuovo chip Tegra X1+, doppia versione e telecomando rinnovato.
NVIDIA SHILED TV COSA CAMBIA - Nuovo chip Tegra X1+, doppia versione e...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati