Influenza Dicembre 2017: sintomi e cura

(Bologna)ore 07:48:00 del 03/12/2017 - Categoria: , Guide, Salute

Influenza Dicembre 2017: sintomi e cura
Influenza Dicembre 2017, l'inverno è ormai alle porte e con l'arrivo della brutta stagione aumentano i casi di influenza

Influenza Dicembre 2017 - Il picco dell’influenza 2017 è arrivato prima del previsto e durante queste vacanze di Natale sono già tantissimi i soggetti colpiti. Rispetto alle previsioni iniziali, che davano l’inizio del picco influenzale tra fine gennaio e primi di febbraio, anche a causa delle condizioni climatiche instabili, si è avuto un anticipo, tanto che solo il giorno di Natale erano migliaia le persone ammalate.

Influenza Dicembre 2017 - Virus influenza 2016-2017: ricapitoliamo i sintomi

Dall’inizio di dicembre sono ormai quasi un milione le persone colpite dal virus influenzale, mentre solo a febbraio dovrebbero arrivare a quasi 5 milioni. Il picco, insomma, è iniziato e in questi giorni festivi vi è stato anche un sovraccarico di lavoro per i medici di base. Fino al 31 dicembre c’è ancora tempo per procedere al vaccino antinfluenzale, gratis per tutti i soggetti a rischio. Probabilmente, anche a causa del non ideale livello di vaccinazione, il clou del virus  è giunto in anticipo.

Ma quali sono i sintomi dell’influenza 2017? Nulla di nuovo rispetto allo scorso anno. Tra i più comuni citiamo la febbre alta, il mal di testa, accompagnato da dolori muscolari e articolari, spossatezza, malessere, mal di gola, tosse o problemi respiratori, scolo nasale e sintomi gastroenterici in alcuni casi. La durata dell’influenza è variabile: solitamente si guarisce nel giro di 5 o 6 giorni, ma per evitare ricadute è meglio riguardarsi anche i giorni successivi.

Influenza Dicembre 2017 - La prevenzione e i rimedi naturali contro febbre, raffreddore e tosse

È importantissimo lavarsi le mani (con l’acqua o con i gel alcolici), evitare il contatto troppo ravvicinato con le persone malate e pulire e disinfettare le superfici che si toccano spesso (a casa, a scuola, sul posto di lavoro), soprattutto se si è a conoscenza della presenza di una persona già affetta. I malati dovrebbero tenersi volontariamente lontani dagli altri, assentandosi da scuola o da lavoro per riposarsi ed evitare di contagiare altre persone. Tutti invece dovrebbero coprirsi la boccaquando si starnutisce o si tossisce. A prescindere dall’influenza bisognerebbe sempre cercare di favorire un buon funzionamento del sistema immunitario e per farlo basterebbe seguire delle semplici regole come fare attività fisica, bere tanta acqua, dormire il giusto numero di ore e seguire un’alimentazione sana ed equilibrata.

In linea di massima per guarire dall’influenza non si deve ricorrere all’uso di farmaci; si può comunque sentire il parere del medico, che se lo ritiene opportuno può consigliare delle medicine in grado di contrastare i sintomi (ma che non curano l’affezione). Per rimettersi in forma il più presto possibile le persone che non rientrano tra le categorie a rischio possono sfruttare i classici rimedi della nonna. Per liberare il naso e sciogliere il catarro si possono fare i fumenti, magari aggiungendo all’acqua bollente altri ingredienti utili come eucalipto, menta o lavanda; il pepe è una risorsa importantissima per contrastare la febbre e per liberare le vie respiratorie; il miele è in grado di calmare la tosse e favorisce la fluidificazione del catarro; la frutta (in particolar modo gli agrumi) e la verdura forniscono le vitamine e i sali minerali necessari per tenere alte le difese dell’organismo; l’aglio e la cipolla sono dei veri e propri farmaci naturali con importanti proprietà antisettiche ed espettoranti.

Influenza Dicembre 2017 - Come contrastare l’influenza intestinale

Molto spesso si sente parlare pure di influenza intestinale, anche se sarebbe più corretto parlare di gastroenterite virale, una sindrome causata da alcune famiglie di virus. Anche in questo caso la trasmissione può verificarsi tramite via area o per contatto con superfici contaminate. I sintomi più comuni sono la diarrea, il vomito e la nausea, ma in alcuni casi si possono manifestare anche la febbre alta, i dolori addominali e la disidratazione. In genere non sono necessarie cure mediche per rimettersi in sesto, anche se il dottore può consigliare l’uso di fermenti lattici e di paracetamolo. I sintomi che abbiamo descritto prima mettono a dura prova il nostro organismo, che si indebolisce e perde tanti liquidi: il riposo e la costante idratazione sono le armi più efficaci per contrastare l’influenza intestinale. È importante anche mangiare cibi leggeri (riso, pastina in brodo, patate) e frutta ricca di sali minerali (mele e banane per esempio).

Scritto da Luca

NEWS CATEGORIA
Cloruro di Magnesio: aiuta a curare quasi tutto e nessuno lo sa
Cloruro di Magnesio: aiuta a curare quasi tutto e nessuno lo sa
(Bologna)
-

Il Cloruro di Magnesio è ’lo scarto del sale,ma è indispensabile per l’attività di oltre 300 enzimi,svolge un ruolo fondamentale su quasi tutti gli apparati del corpo umano.
Il Cloruro di Magnesio è ’lo scarto del sale,ma è indispensabile per l’attività...

Manager svela il marcio negli alimenti!
Manager svela il marcio negli alimenti!
(Bologna)
-

Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali multinazionali del cibo svela il marcio nascosto nei prodotti del supermercato.
Christophe Brusset, un manager che ha lavorato per anni nelle principali...

3 sintomi che indicano una mancanza di VITAMINA K e come rimediare
3 sintomi che indicano una mancanza di VITAMINA K e come rimediare
(Bologna)
-

Soffri di emorragie e sanguinamenti? Attenzione alla vitamina K
Livelli estremamente bassi di vitamina K possono causare emorragie e...

Mandorle, lo snack perfetto per chi soffre di diabete e cattivo colesterolo
Mandorle, lo snack perfetto per chi soffre di diabete e cattivo colesterolo
(Bologna)
-

Fonte di vitamine e sali minerali, di proteine vegetali, di fibre e di calcio: le mandorle, come un po’ tutta la frutta secca, sono un alimento utilissimo al nostro organismo.
Fonte di vitamine e sali minerali, di proteine vegetali, di fibre e di calcio:...

Vaccinazione universale, o niente piu' esenzioni ticket?
Vaccinazione universale, o niente piu' esenzioni ticket?
(Bologna)
-

Si chiama “vaccinazione universale”, e ha un sapore sinistramente orwelliano: negli Usa, prevede che siano immunizzati i neonati – ad appena 6 ore di vita – dal virus dell’epatite B, che si può contrarre solo per via sessuale o attraverso aghi infetti
Si chiama “vaccinazione universale”, e ha un sapore sinistramente orwelliano:...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati