In Italia partorire GRATIS e' impossibile: maternita' gratis diritto negato

(Bari)ore 14:41:00 del 07/08/2017 - Categoria: , Denunce, Economia

In Italia partorire GRATIS e' impossibile: maternita' gratis diritto negato
Liste d'attesa infinite, prestazioni insufficienti rispetto alle richieste dei ginecologi, eccessivo ricorso al cesareo: in Italia partorire interamente a carico del Servizio sanitario nazionale come garantito dalla legge è un'impresa praticamente impossi

Liste d'attesa infinite, prestazioni insufficienti rispetto alle richieste dei ginecologi, eccessivo ricorso al cesareo: in Italia partorire interamente a carico del Servizio sanitario nazionale come garantito dalla legge è un'impresa praticamente impossibile. Il conto può superare facilmente i mille euro, senza contare i 5mila necessari alle esigenze del neonato nel primo anno di vita

In Italia non si partorisce gratis. O meglio, riescono a non pagare per mettere al mondo un figlio i genitori che vivono nelle solite regioni virtuose e non sentono l’esigenza di fare qualche controllo extra. "Tentazione" alla quale è difficile resistere quando c'è di mezzo il desiderio di una maternità priva di complicazioni, il sogno di una vita per molte coppie costrette ad aspettare fin troppo prima di poter programmare la nascita di un figlio. Così i costi lievitano rapidamente ad un conto finale che anche facendo attenzione al portafoglio può superare facilmente i mille euro. In tempo di precarietà diffusa una cifra che vale un vero capitale per molte famiglie. Culle care significa però inevitabilmente culle vuote e il preoccupante declino nel tasso di natalità che l'estate scorsa il ministero della Salute ha tentato di prendere di petto con una controversa campagna pubblicitaria forse può essere spiegato anche con il "caro gravidanza".

Scritto da Carmine

NEWS CATEGORIA
Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
Gioco d'azzardo: chi vince sempre, e' lo STATO
(Bari)
-

LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi per tanti cittadini, ma fonte di guadagno per le casse dello Stato, grazie alle tasse applicate su tale attività, è cosa ormai risaputa.
LO STATO “GIOCA” SUGLI ITALIANI - Che il gioco d’azzardo fosse causa di problemi...

Guerra, Italia responsabile. Quante armi vendiamo alla Turchia
Guerra, Italia responsabile. Quante armi vendiamo alla Turchia
(Bari)
-

VENDIAMO ARMI ALLA TURCHIA, ITALIA RESPONSABILE DELLA GUERRA IN SIRIA - «In Italia c’è una legge, la 185/90, che vieta di vendere armi ai paesi in guerra.
VENDIAMO ARMI ALLA TURCHIA, ITALIA RESPONSABILE DELLA GUERRA IN SIRIA - «In...

Influenza record, 140mila italiani a letto. E' normale tutto questo??
Influenza record, 140mila italiani a letto. E' normale tutto questo??
(Bari)
-

Secondo le stime dei virologi, l'influenza colpirà 6 milioni di italiani meno degli anni scorsi ma con virus potenzialmente più pericolosi
INFLUENZA RECORD IN ITALIA - Non ci sono più le mezze stagioni, è proprio il...

Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
Boom di giovani neet in Italia: senza lavoro, ne studio, ne corsi di formazione
(Bari)
-

Il nostro paese al top della classifica europea. La Sicilia in testa fra le regioni seguita da Calabria e Campania. In europa la media dei Neet è il 12 per cento: da noi il 23,4
BOOM DI GIOVANI NEET IN ITALIA - Secondo i risultati di una ricerca di Unicef,...

Fatture false, genitori Renzi condannati a 1 anno e 9 mesi
Fatture false, genitori Renzi condannati a 1 anno e 9 mesi
(Bari)
-

Il pm Christine von Borries nella sua requisitoria odierna aveva chiesto per i genitori di Renzi una condanna a un anno e nove mesi, e a due anni e tre mesi per Dagostino.
PROCESSO GENITORI RENZI - Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell'ex premier...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati