I saldi fanno felici solo i commercianti di Milano e Torino

REGGIO CALABRIA (Reggio Calabria)ore 21:05:00 del 03/08/2014 - Categoria: Cronaca, Curiosità, Economia

I saldi fanno felici solo i commercianti di Milano e Torino
Nonostante la partenza prematura e i prezzi super scontati, i consumatori non si sono avvicinati più di tanto alle vetrine. Un altro brutto colpo per il commercio italiano

Tanta curiosità ma pochi acquisti. In sostanza, molto fumo e pochissimo arrosto. Il walzer dei saldi italiani ha un solo nome: andamento lento. Anzi, lentissimo. Chi si aspettava il boom dopo una primavera di magra è rimasto deluso. Nei portafogli i soldi sono finiti e nessuno si sogna più di esagerare. D'altronde c'è di mezzo la fine del mese e un paio di scarpe o pantaloni in più la differenza la fanno eccome. Da Nord a Sud, gli scontrini staccati sono stati molti di meno. E, tutti, con un valore inferiore ai bei tempi quando uomini e donne si riversavano nei negozi portandosi a casa praticamente di tutto senza badare troppo alla convenienza. Oggi l'atteggiamento dei clienti è decisamente cambiato: guardano, provano, scrutano e vanno in un altro negozio per un raffronto. E se non sono più che convinti, lasciano la merce al proprio posto.

Le uniche a salvarsi sembrano essere due città del Nord. Nel resto dello Stivale calma piatta. A Milano e a Torino c’è qualche lieve segnale di miglioramento, mentre nel Centro-Sud le vendite sono molto fiacche e la propensione all’acquisto si limita all’essenziale. Prudenza è il leit motiv che accompagna tutte le scelte. I saldi sono iniziati ormai da un mese, ma con la crisi imperante  gli effetti delle promozioni non sono stati poi così eclatanti. Secondo i dati Confesercenti-SWG, la stagione dei saldi estivi finora ha mostrato un andamento più lento rispetto agli ultimi anni: il 67% degli italiani sostiene che parteciperà alle vendite di fine stagione di quest’anno, ma solo il 29% di essi lo ha già fatto nelle prime due settimane. Come prevedibile, gli acquisti sono soprattutto low-cost, si cercano occasioni a prezzi stracciati e si attendono i secondi e i terzi ribassi per ottenere il livello più alto possibile degli sconti. Insomma, un quadro che obbliga i commercianti a tenere aperto anche ad agosto. Nella speranza, magari vana, che qualcosa di buono possa uscire dalla calura di agosto.

Per ora ci sono soprattutto opinioni e impressioni, in attesa di tirare le somme fra un mese. A Milano, gli esercenti parlano di un lieve miglioramento rispetto allo scorso anno, ma si è molto lontani dal livello di acquisti raggiunto prima della crisi. Oramai, ammettono molti negozianti, facendo promozioni in diversi periodi dell’anno, i saldi “obbligatori” concentrati in due periodi prestabiliti non hanno più senso e non costituiscono più un vantaggio per gli esercenti. Anche a Torino gli esercenti parlano di un lieve miglioramento nelle vendite, anche se la Crisi economica si fa sentire.

A Roma i negozianti si lamentano dell’andamento eccessivamente lento del proprio business, testimoniando una situazione di scarsità di acquisti e poca predisposizione anche ad entrare nei negozi rispetto a periodi passati. A Reggio Calabria, gli esercenti ammettono che quest’anno i saldi sono stati anticipati per esigenze economiche e sottolineano che i cittadini non sono disposti a fare acquisti. Per ovviare alla bassa propensione all’acquisto, i negozianti modificano gli sconti anche nell’arco di sole 24 ore, abbassando notevolmente i prezzi pur di “guadagnare qualche spicciolo”: così non è raro vedere dei capi che dal 50% passano al 60% solamente il giorno successivo. A Lecce i negozianti dicono che la situazione è stabile o peggiorata: in ogni caso, i cittadini sono poco propensi agli acquisti e sono sempre di più quelli che dichiarano di non aver approfittato dei saldi, se non per particolari accessori a prezzi stracciati.

Scritto da Albertone

NEWS CATEGORIA
Volete sapere le vere emergenze? In Italia 1,2 bambini vivono in condizioni di poverta'! assoluta!
Volete sapere le vere emergenze? In Italia 1,2 bambini vivono in condizioni di poverta'! assoluta!
(Reggio Calabria)
-

L’organizzazione non governativa denuncia come in Italia 1,2 milioni di minori vivano in condizioni di povertà assoluta e come vi sia un enorme divario educativo tra quartieri poveri e ricchi delle città.
1,2 milioni di bambini e adolescenti vivono in Italia in condizioni di povertà...

Marlon Brando: l'Oscar RIFIUTATO per protesta contro lo Sterminio degli Indiani d'America. VIDEO
Marlon Brando: l'Oscar RIFIUTATO per protesta contro lo Sterminio degli Indiani d'America. VIDEO
(Reggio Calabria)
-

Era i 1973.Marlon Brando non ritirò l’Oscar per”Il Padrino”.Al suo posto mandò una Apache.E scrisse una lettera che è ancora oggi un atto d’accusa contro il potere
Era i 1973.Marlon Brando non ritirò l’Oscar per”Il Padrino”.Al suo posto mandò...

Milioni di morti, il neoliberismo minaccia la Terra
Milioni di morti, il neoliberismo minaccia la Terra
(Reggio Calabria)
-

Gli esseri umani sono creature complicate. Siamo sia cooperativi che settari. Tendiamo a essere cooperativi all’interno di gruppi (ad es. un sindacato) mentre competiamo con gruppi esterni (ad esempio, una confederazione di imprese).
Gli esseri umani sono creature complicate. Siamo sia cooperativi che settari....

Italia a PEZZI come se avesse perso una GUERRA: cosa e' successo VERAMENTE?
Italia a PEZZI come se avesse perso una GUERRA: cosa e' successo VERAMENTE?
(Reggio Calabria)
-

Ci prospettarono un gioioso approdo ai lidi dell’Europa unita: nuova terra promessa dove scorre latte e miele.
Ci prospettarono un gioioso approdo ai lidi dell’Europa unita: nuova terra...


(Reggio Calabria)
-


Seggi aperti dalle 8 alle 20 oggi a Roma, dove si votano i due quesiti del...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati