Huawei P20 Pro: 3 fotocamere fanno la differenza!

(Firenze)ore 22:43:00 del 24/04/2018 - Categoria: , Tecnologia

Huawei P20 Pro: 3 fotocamere fanno la differenza!
Finalmente Huawei può concorrere sul serio con Apple e Samsung alla conquista del mercato mondiale mobile.

Finalmente Huawei può concorrere sul serio con Apple e Samsung alla conquista del mercato mondiale mobile.

Non solo pensando di proporre al pubblico smartphone medio gamma dal costo "attraente" ma anche nella fascia di prezzo più alta dei dispositivi smartphone. Lo può fare con il nuovo Huawei P20 Pro, presentato a Parigi a fine del mese di marzo e posto in commercio dallo scorso 6 aprile ad un prezzo di 899€.

Un vero top di gamma che sorprende nell’uso giorno dopo giorno, garantendo non solo maturità nell’ottimizzazione del suo hardware ma anche spiccate peculiarità fotografiche che garantiscono al device di proporsi come uno degli smartphone più importanti degli ultimi tempi.

I designer dell’azienda cinese avranno forse preso in prestito alcuni aspetti stilistici di iPhone X come il tanto chiacchierato notch nella parte superiore del display o anche la disposizione verticale delle fotocamere al posteriore ma di fatto il nuovo Huawei P20 Pro riesce comunque a contraddistinguersi dalla massa. Sarà per i materiali nobili come il vetro e l’alluminio di cui è fatto, sarà per quel terzo "occhio" posto al posteriore capace di renderlo da primato rispetto agli altri, sarà per la scelta di proporre una colorazione forte ma di sicuro effetto come quella Twilight: il nuovo Huawei P20 Pro è senza dubbio un telefono di sicuro impatto.

DESIGN: forme arrotondate per il massimo comfort

Huawei P20 Pro è assolutamente in linea con lo stile dell’azienda. E’ un top di gamma e lo si capisce dalla lunga lista di specifiche tecniche che possiede ma anche dal suo design capace di rendersi visibile a tutti in maniera giusta ed accattivante. Forse il modello Mate 10 Pro, presentato lo scorso anno, aveva preannunciato lo stile a venire di questo nuovo P20 Pro e di tutta la nuova serie che, grazie ad un connubio tra vetro e alluminio finemente lavorati, propongono sostanza ma soprattutto bellezza.

Una volta tirato fuori dalla scatola si capisce subito quanta diligenza sia stata utilizzata da Huawei nel costruirlo. Il peso di ben 180 grammi conferisce una sensazione di grande resistenza confermata anche dall’assenza di qualsiasi tipo di scricchiolio o di rumore anomalo anche sotto forte pressione delle dita. Le forme sono visibilmente arrotondate nei punti giusti garantendo allo smartphone un bilanciamento del peso che permette il giusto comfort in mano dove difficilmente scivolerà, anche con la presenza di una back cover completamente in vetro. Oltretutto le dimensioni di 155 x 73,9 x 7,8 millimetri contribuiscono a rendere maneggevole il device seppure sia dotato di un display da 6,1 pollici di diagonale.

Particolare la scelta di abbandonare la zigrinatura del pulsante di accensione e spegnimento che da sempre ha accompagnato gli smartphone Huawei, dando spazio ad un pulsante On/Off caratterizzato da una sottile livrea rossa che non può non passare inosservata. Bella la doppia feritoia presente nella parte inferiore del device ai lati della porta USB di Tipo C capace di rendere il tutto molto simmetrico, come deve essere su di un device top di gamma. Sono particolari che l’utente oggigiorno osserva con cura e che di fatto fanno capire quanto l’azienda abbia studiato a tavolino il design del suo nuovo prodotto.

A tutto questo però vi è da sottolineare il fatto che Huawei con il nuovo P20 Pro abbia deciso ancora una volta e soprattutto anche con un display "a tutto schermo", di mantenere un pulsante anteriore capace di riconoscere l’impronta digitale del proprietario ma anche di realizzare alcune gesture, eliminando completamente i pulsanti a schermo dell’interfaccia. E’ forse uno degli aspetti che potrebbe non piacere nell'estetica di questo Huawei P20 Pro, assieme allo spessore pronunciato della fotocamera posteriore. Sì, perché ruotando il device ci si imbatte in una tripla fotocamera capace di protendersi verso l’esterno di circa un millimetro e mezzo rendendo a volte ballerino lo smartphone poggiato su di una superficie come un tavolo. Si tratta di sottogliezze, come la facilità con cui rimangono, inevitabilmente, le impronte sulla back cover in vetro riflettente soprattutto nella nostra versione di prova Midnight Blue.

DISPLAY: OLED che fa la differenza, anche con il notch

Il 2018 è senza dubbio l’anno della "tacca" o "notch" che dir si voglia: anche Huawei cade nella trappola della lunetta sullo schermo in pieno stile Apple ed iPhone X. È forse una forzatura stilistica o un inevitabile taglio del display se lo si vuole sfruttare al massimo. Di fatto anche Huawei P20 Pro vede la presenza di una tacca ma decisamente più piccola di quella dello smartphone Apple, soprattutto con una capsula auricolare circolare capace di renderla simmetrica al sensore fotografico anteriore da 24MPx in un connubio che poi tanto male non sta.

Oltretutto l’ottimo audio in capsula, che fa anche da secondo speaker, come anche la velocità disarmante di sblocco tramite il riconoscimento facciale fanno sì che la lunetta possa essere dimenticata velocemente dagli utenti che di certo guarderanno più alla sostanza. Per chi odia, stilisticamente parlando, il "notch", Huawei permette di nasconderlo tramite l’opzione nel menu delle impostazione, niente di più semplice.

Sul nuovo Huawei P20 Pro è stato utilizzato un pannello OLED da 6,1 pollici dalla risoluzione Full HD+ ossia di 2.244 x 1.080 pixel con un rapporto di forma particolare di 18,7:9. Questo permette a Huawei di allungare il device come la moda del momento vuole, ma anche di allargarlo leggermente rispetto alla concorrenza riuscendo ad ottenere uno smartphone che in questo senso è più maneggevole di altri. Sulla qualità del pannello poco si può discutere: risulta ben tarato nei colori con il giusto contrasto, neri profondi come ci si attenderebbe da un OLED e soprattutto una buona visibilità alla luce diretta del sole. E’ un display capace di mettersi in competizione diretta proprio con il nuovo OLED True Tone di iPhone X o con il Super AMOLED di Samsung Galaxy S9+.

Da: QUI

Scritto da Gregorio

NEWS CATEGORIA
Addio a Windows 7: miglior SISTEMA OPERATIVO di SEMPRE
Addio a Windows 7: miglior SISTEMA OPERATIVO di SEMPRE
(Firenze)
-

Se usate ancora Windows 7 segnatevi questa data: 14 gennaio 2020. E’ il giorno in cui Microsoft smetterà di offrire supporto per questo sistema operativo e smetterà anche di rilasciare gli update e le patch di sicurezza.
Se usate ancora Windows 7 segnatevi questa data: 14 gennaio 2020. E’ il giorno...

Nuova formula ZALANDO: provi ORA, paghi DOPO
Nuova formula ZALANDO: provi ORA, paghi DOPO
(Firenze)
-

Zalando rivoluziona il concetto di ecommerce in Italia annunciando una nuova innovativa modalità di pagamento.
Zalando rivoluziona il concetto di ecommerce in Italia annunciando una nuova...

Samsung Galaxy S10: ecco la presentazione del 20 febbraio
Samsung Galaxy S10: ecco la presentazione del 20 febbraio
(Firenze)
-

I nuovi Samsung Galaxy S10 arriveranno il prossimo 20 febbraio. La casa coreana ha comunicato ufficialmente che l’evento Unpacked si terrà nella città di San Francisco in questa data
I nuovi Samsung Galaxy S10 arriveranno il prossimo 20 febbraio. La casa coreana...

Ces 2019: gadget e app HI TECH per il sesso!
Ces 2019: gadget e app HI TECH per il sesso!
(Firenze)
-

Alla fiera della tecnologia tra vibratori maschili e femminili, realtà virtuale porno e bordelli hi-tech
Basta un tocco per fare entrare una spogliarellista in casa propria. Naughty...


(Firenze)
-


Esiste una app che costringe un figlio a rispondere ai messaggi dei genitori,...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati