Gli italiani spendono 20 MILIARDI in droga e prostituzione: PERCHE' NON TASSARLI?

(Roma)ore 10:04:00 del 26/01/2018 - Categoria: , Denunce, Economia

Gli italiani spendono 20 MILIARDI in droga e prostituzione: PERCHE' NON TASSARLI?
GLI ITALIANI SPENDONO IN DROGA E PROSTITUTE QUASI 20 MILIARDI ALL'ANNO, E TUTTI IN NERO.

COME DIAMO NA' BOTTA AL PIL? CON DROGA E MIGNOTTE! GLI ITALIANI SPENDONO IN DROGA E PROSTITUTE QUASI 20 MILIARDI ALL'ANNO, E TUTTI IN NERO. TASSARE TUTTI STI SOLDI, LEGALIZZANDO UN IMMENSO MERCATO CHE ESISTE, AIUTEREBBE LA NOSTRA ECONOMIA - MUORE LA LA QUINTA PORNOSTAR: NON SARA’ CHE C'É IN GIRO QUALCUNO CON LA CAPPELLA AVVELENATA?

Lettera 1

Strano che il Papa non sia sceso lui a cambiare lo pneumatico forato; sposalizio  in volo, amazzone a cavallo disarcionata...comincio a pensare che, da vero Gesuita, sia lui il regista di tutto.

Giuseppe Tubi

Lettera 2

Caro Dago, ministro dell'Economia candidato a Siena vuol dire MPS (Mai Padoan al Senato).

BarbaPeru

Lettera 3

Ma perchè permettere a Feltri di continuare a dire boiate su tutto e su tutti . Adesso riesce anche a fare un'analisi sui generi e sulla natura non democratica, ma veramente crede di valere economicamente quanto lo pagano per dire fesserie. E poi quel suo essere maschietto che lo mette al di sopra di tutto il sesso femminile perchè lui ha "il pene".

A.Branno

Lettera 4

Questa mattina in un dibattito televisivo su Rai News, Benedetto Della Vedova, criticando Salvini e la Lega, affermava che lui invece è coerente. Ma quante volte ha cambiato casacca? Ricordo che era nel partito di Fini e poi è riuscito a diventare sottosegretario agli esteri con Renzi e ora con Gentiloni (non so neanche con quale partito) e alle prossime elezioni si candiderà con la Bonino. Ma un po' di pudore mai, eh? Inutile dire che ho cambiato canale.

Patrizia, Torino

Lettera 5

Preclaro Dago, vorrei dire alla sig.ra Ali Michael che non aveva bisogno di rinunciare a riprodursi per evitare di avere figli bianchi e con "privilegio" biologico" come lei afferma... bastava aver figli con un nero... (scusa… persona di colore... politically correct ) avrebbe avuto dei bei figli mulatti e la coscienza a posto...

Asgaqlun

PS ma non voler avere figli mulatti non è anch’essa una forma di razzismo verso i neri cara professoressa…?

Lettera 6

Caro Dago, il presidente Mattarella ha nominata Liliana Segre senatore a vita, come molti giudico tardiva questo riconoscimento che poteva essere fatto, per esempio, già da Napolitano che però ha preferito nominare due milionari residenti all'estero, che non pagano tasse in Italia, e brillano per assenteismo (ancora grazie Napolitano!!). Mi auguro che la neosenatrice faccia sentire forte le preoccupazioni espresse dal Rabbino Capo sui pericoli che rappresentano per l'Italia i tanti musulmani che arrivano nel nostro Paese senza avere l'intenzione di rispettare i nostri usi, costumi e religioni. Lo farà? Ci riuscirà?

FB

Lettera 7

Come diamo na' botta al pil? a mignotte e droga - gli italiani spendono in droga e prostitute quasi 20 miliardi all'anno, e tutti in nero. ecco tassare tutti sti soldi legalizzando un immenso mercato che esiste aiuterebbe la nostra economia. per l'Istat nel 2016 il Pil è di 1.672,438 miliardi di euro correnti. legalizzare vale (se non ho sbagliato i conti) un +1,1% sul pil 2016

A.Cic

Lettera 8

Caro Dago, Berlusconi offre un seggio sicuro a Sgarbi, Gentiloni sceglie oggi il collegio dove presentarsi: è un fatto divenuto normale in tutti i partiti, anche se, questo si, fortemente anti democratico. In Italia si è persa la funzione di un parlamentare, che sarebbe di rappresentare un collegio specifico, non di fare il volere del capo partito che l'ha nominato.

Incredibile che per limitare questi abusi basterebbe una norma, universalmente usata, semplicissima e ovvia: ogni candidato deve essere stato per un certo numero di anni residente nel collegio dove si presenta.

Gianni da Bardonecchia

Lettera 9

Caro Dago, ma se il cane di Delon muore prima di lui, che fa si suicida? C’è da sperarlo. Gli animali non ci appartengono e non siamo nessuno per decidere che non abbiano diritto a rifarsi una vita dopo di noi.

Sab

Lettera 10

Muore la quinta pornostar: forse c'é in giro qualcuno con la cappella avvelenata?

Umba Dumba

Lettera 11

Caro Dago, il fatto che Alessandra Mussolini, depositaria dei sani valori femminili e famigliari, difenda in maniera così appassionata l'amante del nonno spiega la sua tolleranza nei confronti del marito che andava con prostitute minorenni.

[Il Gatto Giacomino]

Lettera 12

Caro Dago Siamo stati quasi sempre governati da sinistra e centro-sinistra negli ultimi 50 anni. Infatti recentemente è aumentato il reddito procapite, ma è finito quasi tutto in tasca a 14 persone. A questo punto una più equa distribuzione del reddito dovremmo aspettarcela dai 5 stelle o chi se no? sbaglio? Un caro saluto

Blue note

Lettera 13

Caro Dago, un grazie sentito alla leadershit europea per l'insistenza con la quale manifesta seriosa preoccupazione per il voto italiano, fornendo continui assist all'establishment. Su così convinta ed autorevole indicazione sapremo benissimo come votare per fare loro un dispetto e almeno tentare di sfilare le dorate poltrone da sotto i loro procaci sederi.  

Cincinnato 1945

Lettera 14

Caro Dago, fine settimana di fuochi di artificio sul fronte politico. Ci sono state kermesse, incontri, raduni oceanici e riunioni tra pochi intimi, per dare la spinta ad un sistema politico che puzza talmente di stantio e vecchio, da risvegliare le ambizioni di un mondo archeologico sopito.

Potremmo cominciare dal reperto per antonomasia, il nostro Silvio da Arcore, ma preferisco “principiare” con il democristiano fatto e rifinito, quel Giggino Di Maio, tanto avverso al ras campano, De Luca, da uscirne, per contrapposizione, se non simpatico, per lo meno, bisognoso di protezione.

Ormai il suo volto e sorriso beffardamente campano, spunta in ogni dove; la sua lenta parlata, senza sbavatura e senza la veemenza tipica del sanguigno Di Battista (più amato dalla base, ma meno vendibile alla platea ultra sessantenne dei votanti italioti), sta cominciando a fare presa. Certo, peggio delle macchiette o presunte menti politiche precedenti è impossibile fare, ma basterà a dargli quel quid che serve per vincere?

Dall’altra parte il sempiterno, il redivivo, il maimortoperdavvero, Silvio da Arcore. A sentirlo parlare, sembrerebbe di fare un salto all’indietro. Un carpiato con doppio avvitamento e scappellamento a destra. Incredibile come questo oste della politica, continui, come un disco rotto, a ripetere le stesse cose, senza che nessuno abbia le palle di fargli notare che si sta ripetendo da due decenni e che, malgrado tutto, una volta giunto al potere, ha fatto tutt’altro!

Ma si sa che le pecore vanno dietro al pastore, e se il pastore frattempo ha subito varie condanne, la colpa non è sua, ma di questa giustizia criminale che lo sta costringendo a lavorare come uno schiavo, senza potersi candidare in prima persona. Solita solfa e soprattutto, coraggio recuperato. Parlare di sentenza criminale a qualche settimana dal voto, è un salto nel buio che difficilmente il nostro fa. Deve avere certezze sulla sua assoluzione e quindi il quadro generale sarà apocalittico.

Il centro destra vince le elezioni, ma la lega comincerà a sentirsi soffocata dalla solita presenza ingombrante del vecchietto arcoriano; e quindi lo scopo di una legge elettorale seria o meno brutta e cervellotica di questa, sarà l’unico prefissato. Ed alla prossima tornata, ecco che l’ultra ottantenne si mette in pista per candidare sé stesso! Siamo un paese che vive di storia e reperti, quale migliore occasione o spot elettorale che avere a capo del governo un residuato archeologico (malamente restaurato), che guida il paese? Paese messo malissimo e con prospettive, peggiori.

Incrociamo le dita.

Benvenuti in Italia, terra di santi, poeti e reperti che indicano la via

Dago

Scritto da Carmine

NEWS CATEGORIA
Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'
Rifiuti, la raccolta differenziata non basta piu'
(Roma)
-

Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte europea per una serie di infrazioni di tipo ambientale: la questione degli olivi e della Xylella, l’inquinamento da pm10 e la gestione dei rifiuti radioattivi.
Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte...

Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!
Non tagliateci i vitalizi. Gli ex Parlamentari scrivono a Fico e Casellati!
(Roma)
-

Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed Elisabetta Casellati, per avviare un confronto sul tema dell’abolizione dei vitalizi, mettendo tuttavia in guardia i vertici delle istituzioni sul rischio incostituzionalità di
Gli ex parlamentari scrivono ai presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico ed...

In Italia i RICCHI pagano MENO tasse di tutti: ALTRO CHE FLAT TAX
In Italia i RICCHI pagano MENO tasse di tutti: ALTRO CHE FLAT TAX
(Roma)
-

Dagli anni Ottanta ad oggi quelle politiche fiscali hanno contagiato il mondo, Italia compresa, nonostante le critiche sempre più forti di molti autorevoli economisti
La favola della goccia. E la realtà della pagnotta. La prima è la fortunata...

Contratto di Governo: DOV'E' IL SUD?
Contratto di Governo: DOV'E' IL SUD?
(Roma)
-

Nella versione definitiva del contratto di governo tra Lega e M5S mancano politiche ad hoc per il Meridione
Il M5S ha tradito il Sud?  Scorrendo tra i trenta punti, in ben 57 pagine, alla...

Marco Rizzo: 'LEGA, PD E 5 STELLE SERVI DEL POTERE'! Video
Marco Rizzo: 'LEGA, PD E 5 STELLE SERVI DEL POTERE'! Video
(Roma)
-

Marco Rizzo: «Leghisti, piddini e grillini pari sono: tutti servi del capitale»… Parola di comunista – di Orlando Trinchi
Marco Rizzo: «Leghisti, piddini e grillini pari sono: tutti servi del capitale»…...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati