Figli, mogli, amanti, nipoti PIAZZATI IN PARLAMENTO: CHI VOTA E' COMPLICE

(Roma)ore 15:01:00 del 14/01/2018 - Categoria: , Denunce, Politica

Figli, mogli, amanti, nipoti PIAZZATI IN PARLAMENTO: CHI VOTA E' COMPLICE
Dalle elezioni politiche a quelle Regionali di marzo, dalla destra alla sinistra al centro: quando il posto viene tramandato ai parenti.

Dalle elezioni politiche a quelle Regionali di marzo, dalla destra alla sinistra al centro: quando il posto viene tramandato ai parenti. Dal pronipote del Duce che fa correre un Mussolini in Fdi, ai nuovi rampolli della Campania

Figli e mogli, nipoti e pronipoti, comunque d’arte. Ciò che conta è il cognome, e i voti che porta. Da destra a sinistra, si prepara la carica dei “raccomandati” che alle urne cercherà di proseguire la tradizione di famiglia.

In Forza Italia, comunque vada, proseguirà la dinastia Cesaro: papà Luigi è stato in Parlamento ininterrottamente dal ‘94 a oggi con Berlusconi. Sembrava pronto a passare il testimone al figlio Armando, ma alla fine potrebbe essere ancora lui il candidato di famiglia: troppo presto, a 65 anni, per cedere la mano. Nel Pd, invece, è tempo di ricambio in casa De Luca: il governatore Vincenzo prova a far entrare in Parlamento (dove lui ha trascorso un paio di legislature) il figlio Piero. Il Pd gli ha promesso un posto, ovviamente nella sua Salerno, magari da capolista. In Sicilia, invece, pare certa la conferma di Daniela Cardinale, figlia dell’ex mi- nistro Salvatore, già deputata uscente dem.

Sempre in Campania, ad Avellino, c’è un altro cognome illustre pronto a perpetuarsi: De Mita Giuseppe, nipote di Ciriaco. Lo zio, dopo aver fatto campagna per il no al referendum, ha rotto con Cesa ed è tornato all’ovile, nella nuova lista centrista della Lorenzin. Ora vuole piazzare il suo erede. Mentre a Benevento il centrodestra si prepara a schierare Pellegrino Mastella, figlio di Clemente, l’ex ministro del governo Prodi, ora in trattativa per entrare nel nuovo Udc. La riconciliazione passa dalla candidatura come capolista del 40enne primogenito. Una buona alternativa sarebbe la moglie del segretario Udeur, Sandra Lonardo.

A proposito di mogli, la più lanciata è Lady Franceschini, all’anagrafe Michela Di Biase: già signora del Pd romano e antagonista di Virginia Raggi in Campidoglio, ora punta a fare il salto in Parlamento. E nella Capitale c’è pure Giorgia Meloni, che starebbe pensando di candidare tra le file di Fratelli d’Italia addirittura Caio Giulio Cesare Mussolini, il pronipote del Duce. Mentre la ministra Beatrice Lorenzin spinge il fratello Lorenzo verso il Consiglio regionale del Lazio, al voto per le amministrative il 4 marzo. Qualcuno di loro ce la farà di sicuro: anche i politici tengono famiglia.

Da: QUI

Scritto da Samuele

NEWS CATEGORIA
Renzi, nessuna autocritica: il personaggio diventato SCHIAVO di se stesso
Renzi, nessuna autocritica: il personaggio diventato SCHIAVO di se stesso
(Roma)
-

Nessuna autocritica, toni grillini col governo, pubblico è una curva. L'Altra strada è l'eterna riproposizione di sé come progetto politico
Anche la presentazione del libro diventa uno spettacolo populista, che affoga la...

54% degli elettori vuole governo Lega centrodestra e non rivoterebbero i 5 stelle!
54% degli elettori vuole governo Lega centrodestra e non rivoterebbero i 5 stelle!
(Roma)
-

Nella rilevazione compare anche il Tav: per il 43% degli elettori il governo non deve tenere conto dell’analisi costi-benefici sull'alta velocità Torino-Lione
Il 54% degli elettori preferirebbe una coalizione Lega-centrodestra, mentre per...

UE in crisi, resto del mondo in RIPRESA: MA NON VE LO DICONO
UE in crisi, resto del mondo in RIPRESA: MA NON VE LO DICONO
(Roma)
-

I veri dati dell'economia sono clamorosi e confermano quello che è successo negli ultimi venti anni nel mondo (di positivo) e nella Unione Europea (di negativo)
Andiamo sempre peggio, si sente dire al Bar del pensiero luogocomunista. Si...

I 4 miliardi di tagli alla scuola nascosti dal governo
I 4 miliardi di tagli alla scuola nascosti dal governo
(Roma)
-

L’istruzione sembra diventata il bancomat dei governi, da cui prelevare risorse ogni volta che ce n’è bisogno
L’istruzione sembra diventata il bancomat dei governi, da cui prelevare risorse...

Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
(Roma)
-

Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni imprudenti, a caccia di “shale oil” nel sottosuolo?
Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati