Donald Trump, il burattino al servizio di lobby bancarie e belliche: CHE DELUSIONE

(Milano)ore 23:10:00 del 30/09/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Esteri

Donald Trump, il burattino al servizio di lobby bancarie e belliche: CHE DELUSIONE
Signore e signori, è tornato l’Impero, con tutta la sua forza e arroganza: militare, propagandistica, culturale. Donald Trump è un burattino nelle mani dei suoi generali e del «Deep State» – quello dei servizi segreti e delle altre agenzie federali

Signore e signori, è tornato l’Impero, con tutta la sua forza e arroganza: militare, propagandistica, culturale. Donald Trump è un burattino nelle mani dei suoi generali e del «Deep State» – quello dei servizi segreti e delle altre agenzie federali. Steve Bannon una stella cadente pronta a essere estromessa. La vera essenza dell’apparato industriale-militare che guida gli Stati Uniti da anni la spiega in poche parole il neoconservatore americano Michael Leeden, secondo cui a Washington non resta che «scegliersi ogni dieci anni circa un piccolo paesotto scadente e sbatterlo al muro, tanto per mostrare al mondo che facciamo sul serio». – Citato in D. Ikenson, «Over the Edge and into the Abyss for US-China Trade Relations?».

Dopotutto, come osserva Lucio Caracciolo su Limes, «l’identità americana, come si è consolidata in oltre due secoli, è imperiale o non è. Ove cessasse di considerarsi ed esibirsi indispensabile, la nazione rischierebbe di disintegrarsi. Al meglio, scadrebbe a grande potenza fra altre, alle quali non potrebbe più imporre i propri standard: dovrebbe rassegnare a concordarli».

Il paventato isolazionismo e il ridimensionamento dell’interventismo militare sono ormai un lontano ricordo del primo Donald Trump, quello che aveva sfidato il partito repubblicano dall’esterno, dichiarando guerra all’establishment: ora per riaffermare l’egemonia di Washington, Trump e il «Deep State» hanno bisogno di mostrare i muscoli, di far vedere al mondo chi comanda. Il bersaglio dell’imperialismo a stelle e strisce è ora la Corea del Nord, un nemico perfetto: il giovane Kim Jong-un è disprezzato da tutto l’Occidente per i suoi modi, così come l’impianto statale e socialista della Repubblica Democratica di Corea.

Non ci saranno grandi manifestazioni per la pace per Pyongyang e questo gli Stati Uniti lo sanno bene. Ma si tratta pur sempre di un’aggressione imperialista che va stigmatizzata, senza mezzi termini. Perché vi sono aggressori e aggrediti. Gli USA non possono essere gli investigatori e giudici del mondo e chi glielo consente supinamente, è direttamente complice. Per tale motivo, qualunque sia l’indice di gradimento verso la la Corea del Nord, la condanna delle politiche imperialiste statunitensi deve essere forte e unanime. Nessun «Regime Change» può essere tollerato, nemmeno se si tratta del «Nemico Perfetto» come quello coreano.

Da: QUI

Scritto da Sasha

NEWS CATEGORIA
Unicef: soldi delle offerte destinati a stipendi faraonici e ville lussuose
Unicef: soldi delle offerte destinati a stipendi faraonici e ville lussuose
(Milano)
-

I dati che ci arrivano sono davvero spaventosi, e se confermati, potremmo quasi osare dire di trovarci davanti ad una vera e propria truffa.
I dati che ci arrivano sono davvero spaventosi, e se confermati, potremmo quasi...

Votare non serve: decide solo l'EUROPA
Votare non serve: decide solo l'EUROPA
(Milano)
-

Lucida follia: è tutto sotto i nostri occhi, eppure si nega l’evidenza. Del sistema capitalistico esistono due traduzioni pratiche: enormi fortune per pochi (neoliberismo) o relativo benessere per molti (keynesismo)
Lucida follia: è tutto sotto i nostri occhi, eppure si nega l’evidenza. Del...

Generare temporali a comando. Il folle progetto di Teller
Generare temporali a comando. Il folle progetto di Teller
(Milano)
-

Tutto pianificato a suo tempo, già nel 1997, durante il convegno di Erice, dove fu presentato il folle progetto Teller, poi messo in pratica nell’Europa.
Tutto pianificato a suo tempo, già nel 1997, durante il convegno di Erice, dove...

Schiavi della finanza, grazie a POLITICI TRADITORI
Schiavi della finanza, grazie a POLITICI TRADITORI
(Milano)
-

«Di tutti i modi per organizzare l’attività bancaria, il peggiore è quello che abbiamo oggi» (Sir Mervyn King, ex governatore della Banca d’Inghilterra).
«Di tutti i modi per organizzare l’attività bancaria, il peggiore è quello che...

L'esercito finanziario del Milan? Bilancio in rosso di 126 milioni di euro
L'esercito finanziario del Milan? Bilancio in rosso di 126 milioni di euro
(Milano)
-

L’esercizio finanziario riferito alla stagione 2017/2018 risente della campagna acquisti dello scorso anno, anche se i ricavi sono in aumento.
Deficit in crescita rispetto allo scorso anno Il Milan ha pubblicato il...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati