DIVIETO DI FUMARE IN SPIAGGIA - LA PROPOSTA SHOCK DI CODACONS

(Cagliari)ore 17:44:00 del 05/05/2017 - Categoria: , Nuove Leggi, Salute

DIVIETO DI FUMARE IN SPIAGGIA - LA PROPOSTA SHOCK DI CODACONS
PROPOSTA DI ESTENDERE IL DIVIETO DI FUMARE ANCHE ALLA SPIAGGIA PER TUTELARE LA SALUTE DEI BAGNANTI E PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELL’INQUINAMENTO CAUSATO DAI MOZZICONI DI SIGARETTA GETTATI A TERRA.

IL FUMO E I MOZZICONI LONTANI DALLA SPIAGGIA, LA RICHIESTA DEL CODACONS PROPOSTA DI ESTENDERE IL DIVIETO DI FUMARE ANCHE ALLA SPIAGGIA PER TUTELARE LA SALUTE DEI BAGNANTI E PER RISOLVERE IL PROBLEMA DELL’INQUINAMENTO CAUSATO DAI MOZZICONI DI SIGARETTA GETTATI A TERRA.

Nuova battaglia del Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. L’oggetto? Il fumo passivo in spiaggia, deleterio per la salute dei bagnanti. L’ssociazione sostiene infatti che “in certe condizioni, l’inquinamento generato dalle sigarette fumate sotto gli ombrelloni può superare quello che si registra in una zona ad elevato traffico di auto” (sulla base dei dati forniti dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano).

Il fumo passivo: i danni

Parliamo di fumo passivo ogni volta che si respira il fumo di tabacco consumato da altri. Molti sono gli studi realizzati negli ultimi anni sull’argomento e tutti convergono verso la stessa conclusione: il fumo passivo fa male e danneggia la salute in molti modi. Le sigarette infatti contengono più di 4.000 sostanze chimiche, tra cui circa una sessantina considerate potenzialmente cancerogene.

Le categorie che più hanno bisogno di essere tutelate dal fumo passivo sono i bambini e le donne in stato di gravidanza. Per loro infatti i danni potenziali sono molto maggiori. Tra questi abbiamo:

Aumenta il rischio di contrarre il cancro ai polmoni, altre forme tumorali e la leucemia

Aumenta i rischi di malattie cardiovascolari

Compromette le funzionalità respiratorie (come tosse e formazione di muco)

Peggiora le patologie esistenti come allergie, mal di testa o irritazioni agli occhi

Predispone alla SIDS, la morte improvvisa del lattante, quando la madre è stata esposta al fumo passivo durante la gravidanza.

La legge in vigore contro il fumo

L’ultima legge che aveva come oggetto il fumo è stata varata all’inizio del 2016. Ha sancito il divieto di fumare in auto se a bordo ci sono minorenni o donne in stato di gravidanza, pena una multa fino ai 500 euro. Non solo. Il divieto è esteso anche agli spazi aperti, nei pressi di ospedali o università ospedaliere, di istituti di ricerca scientifica di cura pediatrica, così come degli istituti di ricerca e cura a carattere scientifico. Pena: una multa fino a 250 euro.

L’intento della legge che regolamenta il fumo non è tutelare solo la salute dei non fumatori, ma anche l’ambiente. Prevede infatti anche una multa di 300 euro per chi getta i mozziconi a terra o in spiaggia.

La proposta del Codacons

Codacons vuole di più. Il fumo deve essere vietato sempre in spiaggia, e non solo quando si è in prossimità di bambini e donne incinte. La proposta di legge fa seguito a provvedimenti già adottati da numerosi comuni italiani che hanno dichiarato guerra al fumo passivo anche all’aperto, a seguito dei numerosi studi che ne sanciscono la pericolosità e i danni.
Codacons vuole portare questa scelta su scala nazionale e non lasciare che la scelta sia presa a discrezione a livello locale.

Da: QUI

Scritto da Luca

NEWS CATEGORIA
Come perdere peso senza fare la fame
Come perdere peso senza fare la fame
(Cagliari)
-

È ormai risaputo che in inverno, complice la minore esposizione ai raggi solari, si è inclini a mettere su peso: ecco i consigli da seguire nella dieta di tutti i giorni per avere una linea invidiabile.
È ormai risaputo che in inverno, complice la minore esposizione ai raggi solari,...

I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?
I nostri nonni non soffrivano di INTOLLERANZE ALIMENTARI, noi si: COME MAI?
(Cagliari)
-

VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE ALIMENTARI? C’È QUALCOSA CHE NON TORNA.
VI SIETE MAI CHIESTI COME MAI I NOSTRI NONNI NON SOFFRIVANO DI INTOLLERANZE...

Sanita' da MEDIOEVO: vivi di piu' a seconda DOVE NASCI
Sanita' da MEDIOEVO: vivi di piu' a seconda DOVE NASCI
(Cagliari)
-

Troppe differenze regionali che creano diseguaglianze. In Italia si vive più a lungo a seconda del luogo di residenza o del livello d’istruzione: hanno una speranza di vita più bassa le persone che nascono al Sud, in particolare in Campania, o che non rag
Troppe differenze regionali che creano diseguaglianze. In Italia si vive più a...

Dieta: come rimediare agli sgarri?
Dieta: come rimediare agli sgarri?
(Cagliari)
-

Capita a tutti, a chi più e a chi meno, di sgarrare a tavola. Se poi si sta seguendo una dieta o si sta cercando di perdere qualche chilo di troppo, i sensi di colpa dopo i cedimenti alimentari sono deleteri: rischiano di far riprendere peso facilmente pe
si sta cercando di perdere qualche chilo di troppo, i sensi di colpa dopo i...

Fibromialgia: il dolore che non vediamo e non capiamo
Fibromialgia: il dolore che non vediamo e non capiamo
(Cagliari)
-

La fibromialgia è stata riconosciuta come malattia dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) nel 1992. Attualmente la fibromialgia colpisce il 4% della popolazione, di cui il 90% sono donne.
La fibromialgia è stata riconosciuta come malattia dall’Organizzazione...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati