Dio vuole la guerra?

IMPERIA ore 14:24:00 del 17/01/2015 - Categoria: Denunce, Editoria, Sociale

Dio vuole la guerra?
Dio vuole la guerra? | L’analisi di Italiano Sveglia

Chi ha mandato alcuni uomini a morire in nome di Dio lo ha prima fatto per il proprio interesse personale. Alleanze politiche, commercio, costruzioni, portano tutto a un'unica cosa: il denaro. Tutti quei soldati, i semplici fanti senza denaro, o proprio la prima crociata, quella dei ragazzini, possono avere combattuto in nome di Dio per liberare la terra promessa dagli infedeli saraceni. Ma alla fine chiunque aveva buon senso si sarebbe accorto che non tutti erano nemici. Non parleremo di Richard the Lionheart, gia' era un re che aveva secondi scopi in tutto questo. Parliamo di persone semplici, di cavalieri. Francesco d' Assisi voleva partecipare alla crociata, diventando cavaliere (e era un onore) eppure, dopo la malattia, si fermo'. Come per dire che stava facendo uno sbaglio, perche' Dio non voleva tutto quel sangue. Non possiamo dire se Dio li avrebbe perdonati o no. Ma il comandamento e' chiaro: non uccidere. Senza se e senza ma.

Uccidere per legittima difesa personale o per difendere persone inermi è un conto, ben altro conto era uccidere nel nome di Dio mentre lo scopo era il potere e biechi interessi personali. Nei tempi bui del passato la vita umana aveva un valore relativo e vigeva la legge del "taglione". I prepotenti affermavano la loro superiorità spesso uccidendo ma, farlo invocando il nome di Dio non toglie la barbarie che compivano. Non esistono Santi che abbiano ucciso nel nome di Dio, ma solo assassini. Ddel resto ancora oggi l' ignoranza ( e la povertà ) è spesso usata da chi sfrutta tale ignoranza per convincere persone a compiere atti di sterminio nel nome di un Dio che non centra per nulla, ma qualcuno, da tali atti ottiene sia potere che denaro e poco importa se qualche "fanatico" si suicida nel nome di Dio.

Eppure i dottori della Chiesa erano grandissime persone. Quanto ai laici, Giotto, Dante, Petrarca, gli spiriti magni del Rinascimento (pensiamo a Michelangelo) furono tutti uomini profondamente religiosi. Tasso, Vico, Manzoni. E abbiamo citato solo italiani e solo uomini di lettere e arti. L'elenco non avrebbe fine a voler citare il contributo di scienziati, spesso sacerdoti (Copernico, Mendel), medici (S.Giuseppe Moscati), e via via in tutti i campi in cui si esplica l'umano ingegno (e uomini politici, Re lungimiranti: l'elenco sarebbe lunghissimo). E dovremmo ancora ricordare il ruolo avuto nel sistemare e nell'irrobustire la nostra cultura "laica" dagli uomini di Chiesa: S.Girolamo e S.Agostino; il Monachesimo nei secoli più difficili; la codificazione delle sette arti liberali, modello di studi perpetuatosi fino ad oggi; e nell'epoca moderna, la sterminata erudizione dei Gesuiti, inavvicinabile nell'Europa di quegli anni, il loro metodo di studio, ovunque imitato. Qui assolutamente "ignorantia non excusat": è davvero troppo e troppo palese, per girarsi dall'altra parte e fare finta di niente.

Oltre che "intelligenti", quelle citate sono grandi personalità, in tutti i sensi: è assolutamente impossibile fare un paragone con la minoranza dei miscredenti di quei secoli, gente intellettualmente e moralmente assai mediocre. Solo il nostro tempo pullula di scettici: e infatti è un tempo di ignoranza, per quanto presuntuosamente si proclami il contrario. E allora le cose sono due: o si nega la grandezza di questi giganti, contro l'evidenza, oppure la si riconosce negando la loro stessa parola, che ha proclamato fermamente la fede cattolica, e questo è un assurdo. Il problema della religione in generale è l’uomo, non il messaggio in se.

Scritto da Gerardo

NEWS CATEGORIA
TRADITORI DELLA PATRIA: come hanno SVenduto il nostro Paese alla finanza mondiale
TRADITORI DELLA PATRIA: come hanno SVenduto il nostro Paese alla finanza mondiale

-

Vale la pena leggere tutto, in modo che OGNI ITALIANO POSSA PRENDERE COSCIENZA della situazione attuale in cui noi cittadini e soprattutto i nostri figli STANNO ANDANDO INCONTRO .
Vale la pena leggere tutto, in modo che OGNI ITALIANO POSSA PRENDERE...

Scie chimiche: guerra climatica ormai realta'
Scie chimiche: guerra climatica ormai realta'

-

La frequenza delle scie nei nostri cieli (scie di varie forme, dimensioni e colori) si è intensificata. Molti ormai le chiamano “scie chimiche”, ma l’ufficialità continua a negare la loro esistenza.
La frequenza delle scie nei nostri cieli (scie di varie forme, dimensioni e...

Distribuiti volantini in Svezia: 'SIATE PRONTI ALLA GUERRA'!
Distribuiti volantini in Svezia: 'SIATE PRONTI ALLA GUERRA'!

-

Il governo svedese ha iniziato ad inviare a tutte le 4,8 milioni di famiglie del paese un opuscolo per informare la popolazione, per la prima volta in oltre mezzo secolo, su cosa fare in caso di guerra.
Il governo svedese ha iniziato ad inviare a tutte le 4,8 milioni di famiglie del...

Il DISASTRO della legge Basaglia che chiuse i MANICOMI
Il DISASTRO della legge Basaglia che chiuse i MANICOMI

-

Tra i tanti anniversari che ricorrono quest'anno c'è anche quello della legge 180 del 13 maggio 1978, nota anche come «legge Basaglia».
Tra i tanti anniversari che ricorrono quest'anno c'è anche quello della legge...

3 persone su 10 non hanno ACQUA POTABILE in casa
3 persone su 10 non hanno ACQUA POTABILE in casa

-

L’acqua è un bene di vitale importanza ed è un diritto inalienabile per tutti gli abitanti del pianeta. C’è un enorme massa d’acqua nel mondo, ma solo il 2,53% dell’acqua della terra è dolce, e circa due terzi di essa sono sotto forma di ghiacciai o nevi
L’acqua è un bene di vitale importanza ed è un diritto inalienabile per tutti...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati