Dieta per ipertrofia muscolare

(Bologna)ore 07:39:00 del 15/12/2018 - Categoria: , Salute

Dieta per ipertrofia muscolare
Per ipertrofia dei muscoli scheletrici si intende l’aumento del volume della massa muscolare, in tutte le sue componenti: fibre, miofibrille, tessuto connettivo, sarcomeri

Per ipertrofia dei muscoli scheletrici si intende l’aumento del volume della massa muscolare, in tutte le sue componenti: fibre, miofibrille, tessuto connettivo, sarcomeri. Si tratta di una forma di adattamento benefico che si verifica negli atleti, ma anche in altri soggetti in seguito ad un efficace programma di allenamento, fatto soprattutto di esercizi di resistenza.

La risposta del muscolo all’attività fisica programmata può essere migliorata dalla nutrizione e, in particolare, dall’apporto di proteine nella dieta quotidiana. L’attenta definizione dell’attività in palestra, della frequenza, del tipo di esercizio fisico e dello schema alimentare quotidiano possono contribuire e migliorare la progressiva crescita della massa muscolare, quindi la conseguente modifica della composizione corporea.

Metabolismo e ipertrofia muscolare

Dal punto di vista strettamente metabolico, l’ipertrofia muscolare è la definizione di uno specifico equilibrio tra la quantità di proteine che vengono regolarmente sintetizzate nei muscoli, abbreviata come MPS, e la degradazione delle stesse proteine, abbreviata come MPB: nel corso della giornata i due momenti si verificano contemporaneamente e uno – o entrambi – può cambiare in risposta alla nutrizione. Gli studi negli ultimi 15 anni indicano che sono prevalentemente i cambiamenti nel tasso di sintesi in risposta all’esercizio fisico, e le attente scelte alimentari, ad avere un impatto maggiore sui cambiamenti del bilancio proteico muscolare.

Programma dietetico

È chiaro che il programma di allenamento serrato e costante è l’aspetto più importante per ottenere l’ipertrofia del muscolo scheletrico. Tuttavia, è altrettanto certo che la nutrizione, in particolare l’apporto proteico, può avere un’influenza importante. Le più attuali conoscenze in questo campo consentono di formulare alcune raccomandazioni per ottimizzare la risposta del muscolo.

In primo luogo: la quantità totale di proteine consumate non è il fattore più importante da considerare. Molti altri aspetti dell’alimentazione proteica hanno maggiore importanza. Tra questi:

  • l’età del soggetto e lo stato di salute generale;
  • la fonte delle proteine;
  • la co-ingestione di altri nutrienti.

In altre parole, anche consumando la stessa quantità totale di proteine, questi fattori possono influenzare la risposta anabolica. Un esempio in questo senso: il consumo quotidiano di 20-25 g di proteine a elevato valore biologico, cioè ricche di amminoacidi essenziali, ma soprattutto di leucina, è sufficiente per ottimizzare la risposta muscolare nei giovani maschi sani, mentre le persone anziane potrebbero aver bisogno, per stimolare la stessa risposta, di una quantità superiore di proteine dello stesso tipo.

Inoltre, alcuni dati sembrano suggerire che la massa muscolare di base influenzi la risposta all’allenamento e alla dieta proteica. In linea generale, l’apporto proteico consigliato per favorire lo sviluppo della massa dei muscoli scheletrici è di 0,25-0,3 g di proteine/kg di massa corporea.

Ancora, probabilmente è meglio ingerire proteine subito dopo l’esercizio: i muscoli reagiscono in modo più pronto alla nutrizione iperproteica per almeno 24 ore dopo l’allenamento. La dieta nel suo complesso deve rimanere equilibrata e deve poter garantire all’organismo anche la giusta quantità di carboidrati, macro-nutrienti essenziali che forniscono pronta energia, e grassi, che costituiscono una fonte di riserva.

Nel suo complesso, la dieta per favorire lo sviluppo delle proteine viene definita con il programma di allenamento e dipende dal tipo di progresso o risultato che si intende ottenere.

Da: QUI

Scritto da Luca

NEWS CATEGORIA
Influenza Settembre 2019: sintomi e cura
Influenza Settembre 2019: sintomi e cura
(Bologna)
-

INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Nei periodi estivi i fattori che possono portare alla comparsa di sintomi influenzali o parainfluenzali sono fondamentalmente due: oltre al fattore ambientale (con gli sbalzi di temperatura, sia quelli naturali che quelli “artif
INFLUENZA SETTEMBRE 2019 - Nei periodi estivi i fattori che possono portare alla...

Dieta settembre 2019 per tornare in forma dopo le vacanze
Dieta settembre 2019 per tornare in forma dopo le vacanze
(Bologna)
-

DIETA SETTEMBRE 2019 - Consigli del dott., biologo nutrizionista, Marty Fierro. 
DIETA SETTEMBRE 2019 - Consigli del dott., biologo nutrizionista, Marty...


(Bologna)
-


LA DENUNCIA SHOCK DI UN ONCOLOGO DI FAMA MONDIALE - "Il timore mio - me ne...

Carenza di vitamine: sintomi e come prevenirla
Carenza di vitamine: sintomi e come prevenirla
(Bologna)
-

SINTOMI E PREVENZIONE CARENZA VITAMINE - Il nostro corpo umano per il 99% è costituito da ossigeno, carbonio, idrogeno, calcio, fosforo ed azoto. 
SINTOMI E PREVENZIONE CARENZA VITAMINE - Il nostro corpo umano per il 99% è...

Macronutrienti nella dieta: come ripartirli
Macronutrienti nella dieta: come ripartirli
(Bologna)
-

MACRONUTRIENTI NELLA DIETA - Gli alimenti che consumiamo quotidianamente sono costituiti da molecole dotate di funzione energetica, plastica e regolatrice, che controllano le attività cellulari alla base del corretto funzionamento del corpo umano.
MACRONUTRIENTI NELLA DIETA - Gli alimenti che consumiamo quotidianamente sono...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati