Crema di porri e castagne: guida passo passo

(Milano)ore 19:25:00 del 16/11/2018 - Categoria: , Cucina

Crema di porri e castagne: guida passo passo
Il pane invece tostatelo con del peperoncino insieme al mix di profumi suggerito oppure, invece dei dadini, lasciate il pane intero e tostatelo in forno con tanto formaggio.

 

Immaginate di scaldare le vostre mani cingendo una ciotola fumante di un’invitante zuppa. Questa che vi proponiamo oggi è davvero particolare, si tratta della crema di porri e castagne. Un primo piatto autunnale semplice e stuzzicante, il suo sapore dolce e armonico, la sua consistenza morbida e vellutata migliorerà sicuramente la giornata. Questa ricetta ci riporta indietro nel tempo quando piatti semplici e umili come questo, le uova alla contadina o la zuppa di fagioli e scarole, erano all’ordine del giorno. Riscoprite insieme a noi i tempi andati dedicandovi una ciotola di crema di porri e castagne per cena, vedrete che in men che non si dica dovrete riconsiderare la questione del famoso detto “mani fredde, cuore caldo”. Al calduccio, ci staranno entrambe!

Ingredienti

Porri 620 g Castagne 1 kg Acqua 1,1 l Olio extravergine d'oliva q.b. Salvia 8 foglie Rosmarino 5 rametti Sale fino q.b. Pepe nero q.b. Noce moscata q.b.

Preparazione

Per preparare la crema di porri e castagne cominciate da queste ultime. Lavatele, asciugatele e poi versatele in una pentola piena d’acqua fredda (1), portatele a bollore (2). Fatele cuocere per 10 minuti e poi scolatele (3).

Approfittate che sono ancora molto calde per sbucciarle (4) e pelarle con l’aiuto di uno spelucchino (5): sarà più facile pulirle (6).

Poi tritate le foglie di rosmarino e salvia (7) e mettete in una ciotola; pulite il porro eliminando le due estremità e le foglie più esterne, infine affettatelo sottilmente (8). Spostatevi ai fornelli. Mettete sul fuoco una pentola larga e versate un giro d’olio. Non appena si sarà riscaldato tuffate le castagne (9).

Saltate pochi istanti e aggiungete circa 2/3 del trito aromatico (10), abbassate un po’ la temperatura, mescolate e lasciate cuocere per 7–8 minuti (11). Trascorso il tempo aggiungete il porro (12),

mescolate nuovamente (13) e fate cuocere per altri 6–7 minuti, così il porro si ammorbidirà per bene. Nel frattempo versate l’acqua in una pentola e scaldatela. Quindi versatela sul composto (14), coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti (15).

Intanto occupatevi del pane, tagliatelo a cubetti di circa 1 cm utilizzando un coltello a seghetto (16) e poi scottate in una padella già calda con un po’ d’olio (17), insaporite con la restante parte di trito aromatico (18), una grattata di pepe (19) e di noce moscata (20). Saltate pochi istanti a fiamma viva affinché si insaporiscano e si tostino un pochino; poi metteteli da parte. Non appena il composto di castagne e porri sarà cotto (21), frullatelo mentre è ancora ben caldo (22): regolate la consistenza aggiungendo ancora un po’ d’acqua se dovesse servirvi (23). Versate la crema di porri e castagne nei piatti, guarnite con i cubetti di pane, un paio di foglioline di salvia e un giro d’olio a crudo e buon appetito (24)!

Conservazione

La crema di porri e castagne si può conservare per 2-3 giorni in frigorifero.

Al bisogno potrete anche congelarla.

Consiglio

Per ottenere un composto più gustoso provate a cuocere la crema di porri e castagne con un brodo vegetale leggero. Il pane invece tostatelo con del peperoncino insieme al mix di profumi suggerito oppure, invece dei dadini, lasciate il pane intero e tostatelo in forno con tanto formaggio.

Per un’alternativa non vegetariana potrete tostare delle fette di pancetta in padella: sentirete che bontà!

Giallozafferano

 

Scritto da Carla

NEWS CATEGORIA
Cucina: Crostata con ricotta e marmellata
Cucina: Crostata con ricotta e marmellata
(Milano)
-

Iniziare la preparazione della crostata dalla realizzazione della pasta frolla; dunque sbattere leggermente le uova con lo zucchero e tagliare il burro freddo a pezzetti.
  Di crostate ne abbiamo preparate tante. Dalla più semplice con la confettura...

Simnel cake: guida passo passo
Simnel cake: guida passo passo
(Milano)
-

La simnel cake è già caratterizzata da un impasto particolarmente ricco, ma se desiderate potete aggiungere del brandy per una nota liquorosa oppure delle mandorle non pelate e tritate grossolanamente per una nota croccante!
  SIMNEL CAKE RICETTA - Dalla colomba alla pastiera, passando per tutte le...

Uova alla monachina: guida passo passo
Uova alla monachina: guida passo passo
(Milano)
-

Mescolate, aggiungete il latte ecuocete fino a che la besciamella non si sarà addensata.
  Le uova ripiene sono un classico fra gli antipasti di Pasqua, ma quelle che...

Cucina: Sardenaira
Cucina: Sardenaira
(Milano)
-

Prendiamo una ciotola, versiamo parte dell’acqua, sbricioliamo il cubetto di lievito, aggiungiamo lo zucchero e mescoliamolo per poi lasciarlo a riposo circa 5 minuti.
  Intorno al 1450 nasce a Nizza la pissaladière, una gustosa focaccia condita...

Vitello tonnato: guida passo passo
Vitello tonnato: guida passo passo
(Milano)
-

Aggiungete o sostituite le verdure così come le spezie con quelle che preferite, meglio se di stagione.
  VITELLO TONNATO RICETTA - Molti non sanno che il vitello tonnato, o vitel...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati