Anno 94: Cosa Nostra appoggio' Forza Italia di Berlusconi e Dell'Utri

(Aosta)ore 11:14:00 del 28/01/2018 - Categoria: , Denunce, Politica

Anno 94: Cosa Nostra appoggio' Forza Italia di Berlusconi e Dell'Utri
Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d'accordo.

Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d'accordo. Paolo Borsellino. https://it.wikipedia.org/wiki/Trattativa_tra_Stato_italiano_e_Cosa_nostra Cambiate l'Art. 1 della costituzione: L'Italia è una Repubblica fondata, sulla mafia. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/04/22/trattativa-distrutte-intercettazioni-napolitano-mancino/571587/ Mi chiedo quando toccherà a Berlusconi essere condannato per Mafia? Forse lo ricordo solo io, ma Borsellino proprio prima di morire l'aveva descritto un imprenditore in odore di mafia. https://www.youtube.com/watch?v=Ko9yfZKiOk8 Aspettiamo un pò di anni come per Andreotti per poi dire che aveva un contratto a tempo determinato con la mafia? Basterebbe rispolverare le indagini di Falcone e Borsellino per arrestare 80% dei criminali che stanno al governo. Magari FORSE si potrebbe scoprire che Mediaset è stata costruita con i soldi della mafia per diventare una enorme Lavatrice di soldi Sporchi? Tutti i partiti e i loro componenti che con la loro mala gestione e il loro rubare soldi pubblici hanno portato il nostro paese al fallimento in una società evoluta sarebbero processati, condannati è privati di ogni bene per crimini contro lo Stato e truffa ai danni del popolo italiano. Borsellino e Falcone hanno sacrificato le loro vite per 60 milioni di PECORE. Che epoca terribile quella in cui dei criminali governano dei ciechi.

Il rapporto tra Marcello Dell’UtriSilvio Berlusconi e Cosa nostra, definito dalla corte di cassazione come “paritario“. La nascita di Sicilia Libera e l’intenzione dei boss di entrare direttamente in politica. Il cambio di cavallo dei padrini che puntano tutto sulla neonata Forza Italia. E quindi il patto siglato dai boss alla fine del 1993 con l’ex senatore: le stragi si interrompono, tra Stato mafia torna la pace. È un punto di svolta quello ripercorso nell’udienza numero 209 del processo sulla Trattativa tra pezzi delle Istituzioni e Cosa nostra. All’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo, la pubblica accusa è arrivata al punto clou della requisitoria: la fine dell’escalation di terrore che ha sconvolto l’Italia tra il 1992 e il 1993. E quindi la nascita della Seconda Repubblica.

Il fatto più eclatante emerso dal sunto della requisitoria è l'apprendere che neanche la mafia, i mafiosi hanno mai ritenuto "affidabile" l'attuale pregiudicato e, pensare che noi c.d. "normali" lo abbiamo portato più volte a palazzo Chigi e si è anche tentato o sperato di portarlo al Quirinale e, adesso ci accingiamo a riportarlo, attraverso il suo partito, in quei paraggi. (mi ci metto per non operare "favoritismi" fin troppo facili ma, non l'ho mai votato nè lui nè il suo partito) La "trattativa" c'è stata ed è scritto già in sentenza solo che qualche "servitore" più servitore di altri se ne è assunta, in modo temerario, la paternità per "necessità operative" cosa che, chiunque conosca quel mondo sa perfettamente che nessun militare, di qualsiasi grado, avrebbe mai assunto quella o altre iniziative analoghe senza l'avallo e la "copertura" politica, ora è il suo turno di "coprire" chi lo aveva coperto. Mancano diversi imputati nel processo che finirà con assoluzioni "per non aver commesso il fatto" o ai sensi dell'art. 530c.2 del c.p..

Riferimenti Il Fatto

Scritto da Samuele

NEWS CATEGORIA
Con M5S e LEGA al governo, 20 cent in meno al litro sul CARBURANTE
Con M5S e LEGA al governo, 20 cent in meno al litro sul CARBURANTE
(Aosta)
-

Ettore Livini, nella Repubblica, scrive che una delle prime proposte avanzate da Lega e M5S, riguarda l’eliminazione delle componenti anacronistiche delle accise sul carburante.
Ettore Livini, nella Repubblica, scrive che una delle prime proposte avanzate da...

Aumento disuguaglianze territoriali: CITTA' piu' ricche, intorno il DECLINO
Aumento disuguaglianze territoriali: CITTA' piu' ricche, intorno il DECLINO
(Aosta)
-

L’aumento delle disuguaglianze è anche territoriale. E mentre le città diventano sempre più ricche, intorno è il declino. Un impoverimento che dilaga a macchia di leopardo, dal nord al Mezzogiorno
La vittoria di Donald Trump negli Stati Uniti, la Brexit benedetta dai cittadini...

Giorgio Napolitano non molla i PRIVILEGI: 880 000 Euro di PENSIONE l'anno
Giorgio Napolitano non molla i PRIVILEGI: 880 000 Euro di PENSIONE l'anno
(Aosta)
-

Napolitano, pensione dorata: chauffeur, maggiordomo. E ufficio da 100 mq
Napolitano, pensione dorata: chauffeur, maggiordomo. E ufficio da 100...

DILLO IN ITALIANO, CAVOLO! Troppi inglesismi stanno uccidendo la DOLCE LINGUA!
DILLO IN ITALIANO, CAVOLO! Troppi inglesismi stanno uccidendo la DOLCE LINGUA!
(Aosta)
-

La nostra lingua è in grave pericolo per via dell’onda anomala di parole inglesi che vi si abbatte quotidianamente contro e che la va corrodendo
La nostra lingua è in grave pericolo per via dell’onda anomala di parole inglesi...

THANK YOU RENZI: ITALIA ULTIMA IN UE PER CRESCITA. Grecia e Romania MEGLIO DI NOI
THANK YOU RENZI: ITALIA ULTIMA IN UE PER CRESCITA. Grecia e Romania MEGLIO DI NOI
(Aosta)
-

Sembra di essere tornati al 2011, a quando Berlusconi aveva trascinato l'Italia sull'orlo del default. Ora ci risiamo.
Sembra di essere tornati al 2011, a quando Berlusconi aveva trascinato l'Italia...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati