Alimentazione: cordon Bleu e crocchette di pollo: ecco cosa dovresti sapere

LATINA ore 16:35:00 del 05/03/2015 - Categoria: Salute

Alimentazione: cordon Bleu e crocchette di pollo: ecco cosa dovresti sapere
Alimentazione: cordon Bleu e crocchette di pollo: ecco cosa dovresti sapere. Solo la metà è carne, il resto……….scoprilo con questo articolo!

Cordon Bleu e crocchette di pollo: solo la metà è carne La percentuale di carne di prodotti come cotolette e crocchette di pollo, spinacine e cordon bleu si aggira tra il 30% e il 50% del totale, il resto è costituito da impanatura, oli vegetali,acqua, addensanti e altri additivi.

 Di Martedì, il programma condotto da Giovanni Floris, ha realizzato un servizio sui prodotti realizzati con carne di pollo, facendo notare come la carne sia praticamente assente e comporti il rischio di crescita microbiotica. Infatti spesso questi alimenti sono prodotti con carne separata meccanicamente, che consiste in carcasse di pollo, da cui vengono estratte petto, cosce e pelle. Il risultato di questo procedimento è una poltiglia rosea, a cui vengono aggiungenti addensanti e conservanti e, a volte, polifosfati per aumentare la quantità di acqua trattenuta.

Cordon Bleu e crocchette di pollo: la carne separata meccanicamente comporta rischio batteri La nutrizionista Anna Maria Pretaroli ha spiegato che la carne separata meccanicamente è una carne che viene separata dall’animale in due modi diversi. Si parla di bassa pressione se la carne viene soltanto raschiata. Nel caso si utilizzi l’alta pressione si spremono le carcasse. “Una volta eliminate le parti migliori del pollo, cioè il petto, le cosce e le ali, rmane la carcassa, che viene messa in una macchina particolare, che spreme la carcassa, e quindi fuoriesce una poltiglia rosa praticamente composta da ossa, pelle e midollo. Si chiama carne separata meccanicamente, ma della carne non ha più nessuna riconoscibilità”, ha detto la nutrizionista.

Il procedimento ad alta pressione, in particolare, può comportare il rischio di crescita microbiotica, come sottolineano gli esperti dell’EFSA: si può avere la crescita di vari tipi di microrganismi, con la possibilità per bambini e anziani di gastrointerite. I rischi microbiologici e chimici , si legge nel sito dell’EFSA, “derivano dalla contaminazione delle materie prime e da prassi igieniche non corrette durante la lavorazione della carne. Tuttavia i processi produttivi ad alta pressione aumentano il rischio di crescita microbica. Infatti tali processi provocano una maggior degradazione delle fibre muscolari e, insieme a ciò, un rilascio di nutrienti, i quali forniscono un sostrato favorevole alla crescita batterica“.

Scritto da Gerardo

NEWS CATEGORIA
Adesso capite perche' non LAVORA PIU' IN RAI? VIDEO
Adesso capite perche' non LAVORA PIU' IN RAI? VIDEO

-

L’interessante servizio di vero giornalismo di Report sui vaccini al mercurio.
Nei vaccini c'e' il mercurio: e' contenuto in un conservante che si chiama...

Dieta per allergia al Nichel
Dieta per allergia al Nichel

-

Il nichel, spesso scritto anche come nickel, è un metallo pesante che come oligoelemento, ossia in bassa concentrazione, si trova nel terreno, nell’acqua e nell’aria.
Il nichel, spesso scritto anche come nickel, è un metallo pesante che come...

Dieta per combattere la stanchezza
Dieta per combattere la stanchezza

-

Le temperature rigide possono ridurre la sensazione della sete, ma l'organismo va adeguatamente idratato pure d'inverno: una cattiva idratazione nel periodo più freddo può causare infatti, tra le altre cose, diminuzione dei livelli di energia, stanchezza
Le temperature rigide possono ridurre la sensazione della sete, ma l'organismo...

Dieta dei nostri nonni
Dieta dei nostri nonni

-

È indispensabile ricordare che fino a 15-20.000 anni fa, prima che si concludesse l’ultima glaciazione, sopra le Alpi si estendeva uno strato di ghiaccio dello spessore di circa un chilometro e mezzo (sì avete letto bene, 1.500 metri di ghiaccio!)
Stimolato dalla proposta del professor Andrea Segrè, di richiedere il...

Alcol, cannabis, gioco d'azzardo: le nuove DIPENDENZE dei nostri figli
Alcol, cannabis, gioco d'azzardo: le nuove DIPENDENZE dei nostri figli

-

Se un tempo la paghetta di mamma e papà veniva investita in fumetti, caramelle o figurine, oggi viene usata per pagarsi da bere, da fumare o da giocare.
Se un tempo la paghetta di mamma e papà veniva investita in fumetti, caramelle o...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati