Abuso dei social network: resteremo soli!

MESSINA ore 20:21:00 del 23/12/2014 - Categoria: Sociale, Tecnologia

Abuso dei social network: resteremo soli!
Abuso dei social network: resteremo soli! | L’analisi di Donna cerca Uomo

Facebook è un social network (rete sociale consistente in un qualsiasi gruppo di persone connesse tra loro da diversi legami sociali) ad accesso gratuito, secondo sito più visitato al mondo. Anche in Italia è molto diffuso, persone di tutte le età che ne fanno usi diversi. Quasi tutte le persone che conosciamo sono su facebook, familiari compresi. Spesso i nostri amici preferiscono non uscire per passare la serata al pc (e per pc leggasi facebook); la nostra ragazza ci passa non sappiamo nemmeno noi quante ore ormai, e la loro condizione è quella della gran parte degli iscritti, stregati per ore ed ore da un social network,e in riferimento prendiamo facebook, ma ormai ne esistono di svariati altri, attinenti anche a materie più specifiche.

Possibile che la gente si diverta a passare ore a condividere la maggior parte delle volte stupidaggini (con l'apposizione del celebre "mi piace") e a curiosare nei fatti altrui? Il livello culturale italiano è davvero cosi basso?  Non vi sembra di offendere la vostra intelligenza? Possiamo capire chi lo utilizza poche ore al giorno, casomai per tenersi realmente in contatto con persone che non hanno l'opportunità di vedere perchè in altre città/regioni/nazioni/continenti

Parliamoci chiaro: la maggior parte della gente (9 adolescenti su 10) passano le proprie ore a perdere tempo, piuttosto che applicarsi in attività più salutari ed utili, alla Salute del cervello in particolare. Che società avremo in futuro, una società basata sui rapporti sociali in cui conta di più chi ha più fan? L'abuso del social network è un problema sociale? Noi riteniamo di si e che sia importante studiare soluzioni per non avere in futuro una società di stupidi e bamboccioni.

E purtroppo non è solo virtualità, perché spesso questo mondo finto interferisce e influenza più o meno negativamente anche la vita vera. Crediamo che internet sia una sorta di droga collettiva, nessuno ne riesce più a fare almeno. L'abbiamo nel telefono, ci portiamo il mini pc al mare, siamo collegati ovunque e dovunque, non riusciamo a staccare la spina per vivere la realtà concreta, sempre dietro a parole e siti.Crediamo che sia un problema sociale e pure non indifferente. Voi quante ore passate davanti a Facebook ogni giorno? Fatevi questa domanda. Se la risposta rasenta la normalità allora cercate di trovare qualche altro passatempo che vi dia la possibilità di interagire ( realmente ) con le persone che più gradite.

FONTE: DONNA CERCA UOMO

Scritto da Gerardo

NEWS CATEGORIA
Samsung Galaxy S10: ecco la presentazione del 20 febbraio
Samsung Galaxy S10: ecco la presentazione del 20 febbraio

-

I nuovi Samsung Galaxy S10 arriveranno il prossimo 20 febbraio. La casa coreana ha comunicato ufficialmente che l’evento Unpacked si terrà nella città di San Francisco in questa data
I nuovi Samsung Galaxy S10 arriveranno il prossimo 20 febbraio. La casa coreana...

Olio Extravergine Italiano: nuova TRUFFA ai danni dei consumatori
Olio Extravergine Italiano: nuova TRUFFA ai danni dei consumatori

-

Extravergine, davvero per chiamarlo Italico basterà il 50% di olio italiano?
Le voci corrono da tempo e in questi giorni starebbero per prendere corpo:...

2018: una GUERRA ha causato 40 milioni di morti. LO SAPEVI?
2018: una GUERRA ha causato 40 milioni di morti. LO SAPEVI?

-

È la guerra contro la vita umana nascente
Il 2018 si è da poco concluso e numerosi e diversificati sono stati i bilanci...

Come mai in Italia non e' vietata l'apologia di COMUNISMO?
Come mai in Italia non e' vietata l'apologia di COMUNISMO?

-

In questi giorni in cui si ricomincia a parlare di leggi contro i simboli del fascismo, più d’uno si è chiesto perché analoga sorte non tocchi anche ai simboli del comunismo.
Fa semmai un po’ più di rabbia la costante apologia dei crimini legati alle...

Lavoro minorile: Italia Paese dei PICCOLI SCHIAVI
Lavoro minorile: Italia Paese dei PICCOLI SCHIAVI

-

Hanno tra i 10 e i 14 anni. Per paghe da fame si spaccano la schiena nei campi o scaricano casse al mercato. Inchiesta su una piaga sociale in aumento, che ci fa ripiombare nel passato
Mercato del pesce di Napoli, prime luci dell’alba. Giovanni,13 anni, affonda le...




Network ItalianoSveglia
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notiziario Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Notiziario Italiano - Tutti i diritti riservati